Archivio di gennaio 2010

Museo Roberto Papi e gli itinerari storici di Salerno

giovedì, 28 gennaio 2010

logo_museo_papiIl Museo raccoglie una collezione di attrezzature medico-chirurgiche e strumenti storici, alcuni dei quali rarissimi e riferibili a tutte le branche della medicina. L’originalità nella ricreazione di questo museo sta nella ricerca e nell’attenzione al dettaglio con cui sono stati collocati i preziosi oggetti databili tra il XVII e il XX secolo.

Roberto Papi, di origine romana, ha trascorso la sua vita collezionando pezzi rarissimi come il cofano Mathieu di una nave da guerra di fine Settecento, l’astuccio per l’igiene orale con decori in oro dell’Impero e tante altre attrezzature che sono state custodite all’interno del Museo in teche realizzate dal noto grafico salernitano Gelsomino D’Ambrosio. Per incuriosire i visitatori e per riproporre anche le atmosfere dei secoli passati, in molte sale, sono state ricreate ambientazioni di scene di vita medica come: infermerie da campo militare risalenti alla prima guerra mondiale, la farmacia cinquecentesca, la bottega del barbiere cavadenti e tante altri scenari che, dal piano terra, dove è allestita la Bottega dello speziale, conducono al primo piano in cui sono ricostruiti ambienti per tutte i settori della medicina.

Nonostante non ci sia uno stretto legame di discendenza cronologica, il Museo Papi, ha un forte valore storico-culturale che si ricollega perfettamente alla formazione locale fondata sulla celebre presenza della Scuola Medica Salernitana.

Per riportare alla luce la Salerno dell’anno mille, si visiteranno musei, strade, vicoli del centro storico che guideranno il visitatore partendo dalla più illustre fonte di scienza medica nell’occidente – la Scuola Medica Salernitana – fino ad arrivare ad una collezione più attuale custodita nel nuovo Museo Roberto Papi.

ITINERARI STORICI -ARTISTICI

-> Il primo itinerario “Salerno e la sua Scuola Medica” permette al visitatore, in una durata di circa due ore, di conoscere Salerno e la sua Scuola attraverso tappe mirate ma significative. (Museo Virtuale Scuola Medica Salernitana, Giardino della Minerva, Museo Roberto Papi)

-> Il secondo itinerario “Sulle tracce della Scuola Medica Salernitana” conduce il visitatore, in una durata di circa tre ore, in tutti i luoghi legati alla memoria della Scuola Medica Salernitana. (Museo Virtuale Scuola Medica Salernitana, Cattedrale, resti di Palzzo Terracena, chiesa di San Benedetto, Museo Roberto Papi, San Pietro a Corte, Giardino della Minerva, Castello Arechi)

Per ogni tipo di informazione e prenotazione di visite guidate per itinerari turistici contattare il 089 253190 o 3393153399.

Museo Roberto Papi – collezione di storia della medicina e della strumentazione chirurgica

Palazzo Galdieri, Via Trotula de Ruggiero, Salerno

Orari: martedì, giovedì, sabato, domenica dalle 9.00 alle 13.30 \ mercoledì e venerdì dalle 15.00 alle 18.30 – lunedì chiuso

dal 1 maggio al 30 settembre mercoledì e venerdì dalle 17.00 alle 20.00

Info: www.museopapi.org

info@fondazionescuolamedicasalernitana.org

tel. 089 253190, 3288957570, 3393153399

Angelo Casciello > disegni e maquettes

martedì, 26 gennaio 2010

Senza titolo1Sabato 6 febbraio 2010, alle ore 18,30, nel Salone delle Conferenze del Fondo Regionale d’Arte Contemporanea di Baronissi, sarà presentata al pubblico la mostra di disegni e maquettes di Angelo Casciello, tra i principali interpreti dell’arte contemporanea italiana.

Sulle pareti della Galleria dei Frati, sessanta disegni, scelti dal curatore Massimo Bignardi,  tracceranno i passaggi di un’esperienza dell’artista poco noto, segnando i tempi che dal 1979, data della sua prima personale alla galleria Lucio Amelio di Napoli, giungono ai primi del duemila, attraverso le opere significative tirate fuori, per l’occasione, dagli album, dalle cartelle, dai notebook.

Il percorso espositivo è scandito dalle maquettes che segnano, nei desideri del curatore, una sorta di pausa e, al tempo stesso, un avvio di quella metamorfosi che condurrà al segno plastico: dieci piccole sculture, esposte per la prima volta, espressioni di una creatività che ha fatto propria la vitalità del bacino archetipico mediterraneo.

In occasione della mostra sarà pubblicato, dalle edizioni Plectica,  il volume Angelo Casciello. Le giornate disegnate, con un lungo ed articolato saggio di Massimo Bignardi dedicato al disegno e alla scultura, accompagnato da un apparato biografico e bibliografico curato da Valentina Landi e Stefania Santoro e da un ampio repertorio di disegni.

La mostra resterà aperta fino al 28 marzo 2010.

Orario di apertura:

lunedì – venerdì  ore 9.00/13.00  –  lunedì e  giovedì anche ore 16.00/19.00

sabato, domenica e festivi: previste aperture straordinarie (Infoline:  089 828210 – 328 8605476)

Convento Francescano SS. Trinità, 84081 – Baronissi

Servizio Cultura – Sport, Comune di Baronissi – tel. 089 828210 – fax 828217

E – mail: cultura@comune.baronissi.sa.it

Sito web: www.comune.baronissi.sa.it

Ravello ed il suo nuovo auditorium

giovedì, 21 gennaio 2010

«Faremo di Ravello la Salisburgo del Mediterraneo». È l’auspicio del presidente della Regione Campania Antonio Bassolino che ha presentato il programma di eventi per l’inaugurazione dell’auditorium Oscar Niemeyer di Ravello (Salerno), dal 29 al 31 gennaio.

«Ravello è un esperimento unico nel suo genere ed esemplare per tutta la Campania – ha continuato Bassolino -. È il frutto dell’azione sinergica delle istituzioni territoriali e locali. Il nostro obiettivo è stato ed è quello di incidere sul profilo socio-economico regionale mettendo a sistema e gestendo sinergicamente i beni di interesse artistico e archeologico, attraverso eventi spalmati su tutti i mesi dell’anno, in modo da destagionalizzare il turismo.

L’orchestra e il coro del teatro San Carlo di Napoli che il 30 gennaio eseguiranno la nona sinfonia in re minore op.125 di Beethoven diretta da David Afkham, una performance del sassofonista Nicola Alesini e un concerto di Lucio Dalla e, il giorno dopo, il violino su musiche di Antonio Vivaldi di Salvatore Accardo, saranno alcuni dei momenti dell’inaugurazione dell’auditorium per una tre giorni, dal 29 al 31 gennaio prossimi, ricca di avvenimenti.

Fuoco Barocco > Carnevale in Irpinia

domenica, 17 gennaio 2010

imgadIl Carnevale, una delle più antiche tradizioni popolari dellIrpinia, rinasce e si rinnova con sfarzo e meraviglia nel progetto Fuoco Barocco voluto dall’Ente provinciale per il Turismo di Avellino.

Elemento unificante di tutti gli eventi sarà il Fuoco, lingrediente essenziale di tutte le feste barocche; principio ispiratore la meraviglia e, attraverso la forza travolgente di scenografie magniloquenti, fantasmagorici giochi di luce e straordinari spettacoli teatrali urbani, lIrpinia si rivolge al viaggiatore per presentare se stessa e le proprie tradizioni!

LEnte Provinciale per il Turismo di Avellino invita tutti a trascorrere qualche giorno in Irpinia per apprezzare in allegria lincanto dei luoghi, la calda ospitalità, la qualità dei sapori di un tempo e la forza coinvolgente di secolari tradizioni popolari.

Il programma:

•16 gennaio 2010: Fuoco Barocco – Notte dei Falò , Nusco;
•12 Febbraio 2010: Alla Corte del Principe DiVino Taurasi
•13 Febbraio 2010: Il Popolo in Festa Avellino

Sito Web http://www.fuocobarocco.it/

Racconti da Resina

domenica, 17 gennaio 2010

17146_278828525165_40378860165_4945722_1625602_n

Una mostra fotografica sul mercato delle pezze di Pugliano (Ercolano, NAPOLI), è in programma nelle sale di Villa Maiuri dal 10 al 24 gennaio 2010.

Si tratta dei “Racconti da Resina”, una serie di scatti a cura di Flaviana Frascogna e Roberto Caccioppoli “in cui sono ritratti gli abitanti del posto con un’istintività che lascia parlare i luoghi, gli oggetti e le persone in tutta la loro dignità e splendore”.

Casa della Poesia – reading a Baronissi

domenica, 17 gennaio 2010

info_cdpSabato 23 gennaio 2010, alle ore 21.00, riprendono le attività di “Casa della Poesia”.
Ospiti tre straordinari poeti provenienti da diversi paesi del Mediterraneo: Maram al-Masri (Siria), Juan Carlos Mestre (Spagna), Sotirios Pastakas (Grecia).

Il reading si terrà nella Sala Conferenze della Biblio-Mediateca del Comune di Baronissi (SA) (Convento della SS. Trinità).

per maggiori info: www.casadellapoesia.org

Barok – al Museo Madre con campania>artecard 365

domenica, 17 gennaio 2010

evento3_cacNell’ambito dell’azione messa in campo dalla Regione Campania sul tema della cultura barocca, l’assessorato ai Beni Culturali ha deciso di sostenere la proposta del museo MADRE di una grande mostra collettiva dal titolo “BAROCK – Arte, Scienza, Fede e Tecnologia nell’Età Contemporanea”, che si aprirà il 12 dicembre per chiudere il 5 aprile.

I possessori di campania>artecard 365 potranno partecipare gratuitamente alle visita guidata che si terrà il 14 febbraio 2010 alle ore 11.00 (prenotazione obbligatoria).

La mostra a cura di Eduardo Cicelyn e Mario Codognato si pone l’obiettivo di approfondire le similitudini tra le tematiche  culturali che sembrano caratterizzare il nuovo inizio di secolo e quelle che resero grandioso e potente l’immaginario visivo dell’epoca barocca. Scopo di Barock è l’individuazione di questioni e di problematiche che siano state preponderanti nel XVII secolo e che caratterizzino anche il nostro tempo, dimostrando come e attraverso quali artisti contemporanei siano oggi nuovamente funzionanti e riconoscibili i temi caratteristici della cultura bene26_106_cacseicentesca barocca. Le rivoluzionarie scoperte scientifiche e tecnologiche, che mettono giorno dopo giorno in discussione le certezze e le abitudine acquisite; il grande fervore religioso sfociato nel fondamentalismo,  nell’oscurantismo e in scontri tra civiltà con massacri inauditi: come si vede, lo spaesamento dell’immaginario contemporaneo sembra essere determinato da conflitti ideologici ed esperienze tragiche per questioni non troppo diverse da quelle che definirono il secolo di Galileo e della Controriforma.