Archivio di ottobre 2014

LIBRIamoci al Museo Archeologico di Salerno

mercoledì, 29 ottobre 2014

Venerdì 31 ottobre speciale apertura fino alle 22.30 per promuovere e rendere libera la lettura. Sabato 1° novembre visita guidata inedita dedicata al culto dei morti nell’antichità

locandina evento libriamoci

Che piacere leggere al Museo di sera! Un piacere che il prossimo venerdì 31 ottobre potrà essere condiviso da tutti i visitatori dell’Archeologico di Salerno, dalle ore 20.30 alle 22.30. Il Museo di Via San Benedetto offrirà una speciale apertura serale agli appassionati di lettura aderendo a “LIBRIamoci”, l’iniziativa  promossa dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo – con il Centro per il libro e la lettura – e dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (MIUR) – con la Direzione Generale per lo studente.
Per l’occasione l’Associazione Fonderie Culturali invita tutti gli appassionati di lettura a visitare il Museo, portando con sé un libro che abbia come tema quello della vita e/o della morte e vivere insieme “La notte dei morti viventi”. I visitatori saranno invitati a leggere un brano ad alta voce per poi condividerne pensieri ed emozioni. L’iniziativa mira a diffondere il piacere della lettura ed a sottolinearne l’utilità per la crescita sociale e personale, attraverso l’ascolto e il confronto. Le letture saranno twittate live con l’hashtag #Libriamoci. La speciale apertura serale offrirà così un modo inedito per celebrare la notte di Halloween, riscoprendo opere del passato e del presente. E prima dei saluti un brindisi alla lettura con una selezione di vini della provincia di Salerno.
Il giorno dopo ancora un evento da non perdere. Sabato 1° novembre il Museo Archeologico Provinciale di Salerno resterà aperto dalle ore 10.00 alle 19.00 per offrire emozioni da brivido. In particolare, a partire dalle ore 17.00, gli archeologi di Fonderie Culturali proporranno ai visitatori una speciale visita guidata dedicata al culto dei morti nell’antichità. Prendendo spunto dai reperti presenti nelle sale del Museo saranno ricostruite e narrate credenze, superstizioni, riti religiosi e magici che hanno caratterizzato i secoli passati. Un viaggio nell’immaginario antico, nel quale sarà possibile riconoscere paure ataviche che ancora persistono e scoprire modi diversi di guardare alla morte.

Dove: Museo Archeologico Provinciale di Salerno, Via San Benedetto 28, 84122 Salerno
Date/ Costi: venerdì 31 ottobre 2014, dalle ore 20.30 alle 22.30. Biglietto 2 euro per ingresso al Museo ; sabato 1° novembre 2014 dalle ore 10.00 alle ore 19.00. Biglietto 1 euro per visita guidata delle ore 17.00
Prenotazione obbligatoria: tel: 089/231135 –  mail info@museoarcheologicosalerno.it

ArchTour, alla scoperta di Salerno e del suo rapporto con il mare

mercoledì, 22 ottobre 2014

Sabato 25 ottobre al via l’inedito ciclo di visite culturali in città, dal Museo Archeologico alla Stazione Marittima progettata dall’archistar Zaha Hadid 

ArchTour locandina

Salerno e il Mare, tra passato e futuro. E nel mezzo tracce di storia, segni d’arte e frammenti di cultura che hanno ispirato la trasformazione urbana e l’architettura della città. Le Associazioni Fonderie Culturali e ARCAN – Salerno Cantieri&Architettura, il prossimo sabato 25 ottobre, offriranno a cittadini e turisti un inedito tour per conoscere il legame indissolubile che lega la città all’acqua.
Si partirà alle ore 9.45 dal Museo Archeologico Provinciale, sito in Via San Benedetto 28. Tutti in fila si raggiungerà la Stazione Marittima progettata da Zaha Hadid. Una visita in esclusiva consentirà di ammirare la struttura in cemento armato e cristallo, che armoniosamente si inserisce nel profilo della costa e rappresenta una delle opere più spettacolari del programma di trasformazione urbanistica di Salerno.
Seconda tappa sarà l’Archivio dell’Architettura Contemporanea, luogo di confronto tra l’architettura contemporanea e le esigenze espressive dei talenti artistici salernitani. Ed infine ritorno al Museo, dove si potrà osservare da vicino un tesoro emerso proprio dalle acque di Salerno: la testa in bronzo del Dio Apollo alta circa mezzo metro, prezioso originale tardo-ellenistico, risalente alla prima metà del I secolo a. C. La scultura, che fu rinvenuta per pura fatalità nel 1930 dopo che si era impigliata nelle reti di un pescatore, fa bella mostra insieme ad altri reperti provenienti da lontani lidi.
Fratte sarà la prossima tappa dell’ArchTour, in programma il 29 novembre 2014.

Dove: Museo Archeologico Provinciale di Salerno, Via San Benedetto 28, 84122 Salerno
Date: sabato 25 ottobre 2014, dalle ore 9.45
Modalità di partecipazione: Evento Archtour gratuito. Biglietto ingresso al Museo 2 euro
Prenotazione obbligatoria: tel: 089/231135 –  mail info@museoarcheologicosalerno.it

Al Museo Archeologico di Salerno si parla dell’“Operazione Idigov” e di Gestione del “sistema” arte

lunedì, 13 ottobre 2014

Venerdì 17 ottobre Marco Perduca racconterà come il Partito Radicale ha sconfitto la Russia di Putin alle Nazioni Unite, sabato 18 i giovani impareranno a valorizzare i beni culturali

 locandina PerducaAttualità, politica e cultura al Museo Archeologico Provinciale di Salerno. Il prossimo fine settimana si preannuncia ricco di contenuti e la parola d’ordine è partecipare per essere più consapevoli del proprio presente e futuro. Si inizia venerdì 17 ottobre con la presentazione del libro “Operazione Idigov, come il Partito Radicale ha sconfitto la Russia di Putin alle Nazioni Unite”, opera prima di Marco Perduca, già Senatore Radicale e Rappresentante all’ONU. Si continua sabato 18 ottobre con la Giornata Informativa sul Management dell’Arte e dei Beni Culturali a cura de Il Sole 24 Ore.
Nel primo appuntamento di venerdì 17 ottobre, alle ore 18.00, i visitatori del Museo di Via San Benedetto potranno rivivere le delicati fasi che hanno caratterizzato la primavera politica mondiale del 2000 insieme a cultori ed esperti del settore. Attraverso la pubblicazione di documenti ufficiali del governo Russo e delle Nazioni Unite, memorandum interni del Partito e ricordi personali, Marco Perduca racconterà come la Federazione Russa di Vladimir Putin chiese l’espulsione del PR dalle Nazioni Unite per aver fatto parlare davanti alla Commissione diritti umani di Ginevra il Parlamentare ceceno AkhyadIdigov. Dopo il saluto d’apertura di Giuseppe Ariano – Presidente di Fonderie Culturali, l’autore ripercorrerà infatti le iniziative istituzionali, politiche e parlamentari messe in atto tra Roma, Bruxelles e New York affinché l’ONU rigettasse la richiesta russa. Affiancato da Alessandro Ronga – Curatore del blog Ostpolitik e collaboratore della rivista Affari Internazionali, e Piercamillo Falasca – Direttore Strade Magazine – Marco Perduca spiegherà anche come un’organizzazione non-governativa sia riuscita a mobilitare decine di Paesi. L’incontro sarà moderato da Antonluca Cuoco socio della Alleanza Liberaldemocratica per l’Italia – ed avrà come tema della tavola rotonda quello attualissimo delle “Democrazie liberali davanti all’autoritarismo mercantilista”. I partecipanti avranno anche la possibilità di confrontarsi su delicate questioni socio-politiche, come l’annessione russa della Crimea che ha scosso radicate convinzioni sull’ordine mondiale formatesi dopo il 1989, e ad immaginare cosa succederebbe oggi se un altro Stato membro delle Nazioni Unite attivasse nuovamente la procedura di sanzione nei confronti del Partito Radicale. L’evento, che si inserisce nell’ambito delle iniziative di ottobre promosse dall’Associazione Fonderie Culturali, è sostenuto dalle associazioni Alleanza Liberaldemocratica per l’Italia, Italia Aperta, Società Libera.
Nel secondo appuntamento di sabato 18 ottobre, a partire dalle ore 11.00, i giovani laureati e laureandi in discipline socio-economiche, giuridiche, umanistiche potranno invece dialogare con i Responsabili de Il Sole 24 Ore Formazione per scoprire come valorizzare il “sistema” arte attraverso il Master in Economia e Management dell’Arte e dei Beni Culturali.

Dove: Museo Archeologico Provinciale di Salerno, Via San Benedetto 28, 84122 Salerno
Date: Presentazione Librovenerdì 17 ottobre 2014, dalle ore 18.00 alle 19.30;
Presentazione Master – sabato 18 ottobre 2014, dalle ore 11 alle ore 12.00
Info: tel. 089/231135 –  mail info@museoarcheologicosalerno.it

F@Mu, al Museo Archeologico di Salerno bambini e genitori uniti dal magico “Filo di Arianna”

lunedì, 6 ottobre 2014

Domenica 12 ottobre ingresso gratuito, giochi, attività didattiche con telai, anteprima esclusiva dei nuovi episodi di Matì e Dadà, teatro dei burattini e un concorso di disegni

locandina evento F@muFin dove arriverà il “Filo di Arianna”? Lo scopriranno i bambini che domenica 12 ottobre parteciperanno al F@Mu 2014 presso il Museo Archeologico Provinciale di Salerno. In occasione della seconda Giornata delle Famiglie al Museo, i piccoli visitatori di età compresa tra i 4 e 12 anni potranno conoscere la leggenda del Minotauro e divertirsi con attività didattiche, giochi a tema, ed iniziative speciali organizzate dall’Associazione Fonderie Culturali.
In linea con il tema proposto dal F@Mu a livello nazionale, il “Filo di Arianna”, i bambini che visiteranno l’Archeologico di Salerno potranno anche cimentarsi in un’entusiasmante caccia al tesoro con cui, indizio dopo indizio, sarà facile scovare tutto il materiale necessario per tessere su un telaio in legno, proprio come quello utilizzato dai neolitici. La realizzazione di manufatti di varie forme e dimensioni con fili multicolore sarà non solo un gioco simpatico, ma anche molto istruttivo, perché metterà alla prova la loro coordinazione visiva-manuale e li aiuterà ad esercitare la loro logica ed altre abilità logico-matematiche come la sequenza (nella scelta dei colori dei fili) e i concetti topologici (sopra/sotto).
Dopo il grande successo della scorsa edizione, torneranno al Museo di Salerno anche Matì e Dadà, protagonisti del cartone animato “L’arte con Matì e Dadà”, il primo cartoon Rai a occuparsi di arte a misura di bambino, coprodotto da Achtoons e Rai Fiction. I piccoli ospiti, dopo una golosa merenda al sapore di cioccolato, potranno assistere all’anteprima esclusiva dei primi due episodi della nuova serie che andrà in onda nel 2015.
Il divertimento proseguirà con i burattini dell’antica tradizione napoletana de “La Compagnia Maridiluna!” che presenterà “Le Guarattelle del Vesuviano”. Gli autori Antonio Aiese e Roberta di Domenico De Caro, con l’aiuto di Pulcinella e Teresina, racconteranno il mito di Teseo, Arianna e del Minotauro tra gioco, teatro e archeologia: una volta ascoltato il racconto i bambini, divisi in gruppi, potranno sbizzarrirsi a cercare il Minotauro dipanando il gomitolo nelle sale del Museo, per non smarrirsi e lasciare la testimonianza scritta della loro avventura con tanto di illustrazioni e colori. I disegni raccolti dal personale di Fonderie Culturali saranno pubblicati sulla pagina facebook del Museo e della F@Mu, e quelli più belli saranno premiati con libri d’arte dedicati ai bambini. L’evento regalerà alle famiglie la possibilità di conoscere un Museo a misura di bambini e di imparare divertendosi, confrontandosi gli uni con gli altri in un tripudio di colori, risa, voci e musiche.

Dove: Museo Archeologico Provinciale di Salerno, Via San Benedetto 28, 84122 Salerno
Date: domenica 12 ottobre 2014, dalle ore 10.00 alle 13.00 e dalle ore 16.00 alle 19.00
Modalità di partecipazione: Biglietto ingresso gratuito per adulti e bambini. Biglietto per attività didattiche 3 euro a bambino
Prenotazione obbligatoria: tel: 089/231135 –  mail info@museoarcheologicosalerno.it