Archivi per la categoria ‘Museo Archeologico Provinciale Salerno’

Countdown per il Festival dei Musei di Salerno

giovedì, 21 settembre 2017

Inizio d’autunno scoppiettante a Salerno. Sabato 23 e domenica 24 settembre tornano le Giornate Europee del Patrimonio (GEP) e l’Associazione Fonderie Culturali lancia un programma di eventi corali, che coinvolgeranno i visitatori del Museo Archeologico Provinciale, del Museo Diocesano San Matteo e della Pinacoteca Provinciale. Previsti laboratori artistici, tanta musica, buon cibo e attività  ludiche per bambini con aperture straordinarie serali.
locandina-Museum-FestivalIl festival dei Musei di Salerno
Dal 23 settembre alle 18:30 al 24 settembre alle 19:30
Sabato 23 e domenica 24 settembre 2017 tornano le Giornate Europee del Patrimonio (GEP). All’iniziativa aderiscono il Museo Archeologico Provinciale, il Museo Diocesano San Matteo di Salerno e la Pinacoteca Provinciale con un ricco programma di eventi a cura di Fonderie Culturali. Aperture straordinarie serali, e l’ingresso al costo di 2 euro offriranno agli appassionati di arte un’occasione speciale per ammirare la ricchezza e la bellezza diffusa del Patrimonio Culturale di Salerno: da quello più noto alle eccellenze meno conosciute.

Laboratorio artistico con Daniele Accossato
Sabato 23 settembre dalle ore 18:30 alle ore 20:30 – Museo Archeologico Provinciale
Daniele Accossato, giovane artista torinese autore della la mostra Lost. L’arte ritrovata” in programma sino a fine settembre al Museo Archeologico, invita grandi e bambini a diventare artisti per un giorno. Il laboratorio, aperto ad un numero massimo di 15 persone, offrirà  l’opportunità  di imparare le tecniche della scultura e mettere le mani in pasta per modellare la propria opera. Per prenotazioni: tel. 089231135 o via sms/WhatsApp al 3277559783

SIlent Disco al Museo
Sabato 23 settembre dalle ore 21:00 alle ore 23:00 Museo Diocesano San Matteo
Dopo il MoMA The Museum of Modern Art di New York e il @Natural History Museum London la #SilentDisco animerà  le sale di uno dei musei più importanti di Salerno in occasione della seconda edizione del #MuseumFestival2017.  Non solo musica, ma anche tanta cultura in pillole, racconti e una speciale visita guidata in cuffia (due turni: ore 21-22 e ore 22-23). Etra un ballo e l’atro pause golose con drink e finger food. Per prenotazioni: tel. 089231135 o via sms/WhatsApp al 3277559783

Brunch al museo
Domenica 24 settembre dalle ore 12:00 alle ore 15:00 – Museo Archeologico Provinciale Buffet dolce e salato per il primo Brunch al Museo Archeologico di Salerno. In collaborazione con il Lanificio Salerno, Fonderie Culturali organizza una visita da leccarsi baffi, in due turni, dalle ore 12 alle ore 15. I partecipanti potranno gustare piatti europei seduti in una sala da pranzo molto particolare, al cospetto di grandi opere della cultura Mediterranea. Ad accompagnare il banchetto il live esclusivo dell’artista belga Guillaume Gillain, con Cyranò Vatel, Mizar Mohican Di Muro e Vincenzo Bernardo. Per prenotazioni: tel. 089231135 o via sms/WhatsApp al 3277559783 

Bambini al museo – Il quadro perduto
Domenica 24 settembre dalle ore 17:30 alle ore 19:00 – Pinacoteca Provinciale
Alla Pinacoteca Provinciale di Salerno i bambini saranno coinvolti nella ricerca de “Il quadro perduto”.  La compagnia teatrale “Al di là dei sogni” svelerà  la storia dell’incoronazione di una principessa, che per realizzarsi necessita però di un quadro della pinacoteca scomparso! Tanti indovinelli e simpatiche prove da superare allieteranno il pomeriggio anche ai genitori. Per prenotazioni: tel. 089231135 o via sms/WhatsApp al 3277559783

Apre la Terrazza dell’Archeologico di Salerno

mercoledì, 19 luglio 2017

Venerdì 21 luglio serata di arte e musica, con ingresso gratuito, per l’inaugurazione dei nuovi spazi esterni del Museo di Via San Benedetto
Locandina Terrazza Museo
Venerdì prossimo, 21 luglio, grande festa all’Archeologico Provinciale di Salerno. In occasione del quarto anniversario di attività  presso il Museo, l’Associazione Fonderie Culturali invita cittadini e turisti a festeggiare insieme il nuovo allestimento degli spazi esterni.

Gli architetti di Project 2.0, in collaborazione con l’Associazione ARCAN – Salerno Cantieri&Architettura, illustreranno la nuova Terrazza Museo realizzata con i materiali di Eco-Pallets Srl. La Terrazza offrirà un vero e proprio spazio di contaminazione a margine dei luoghi classici della cultura in cui poter sperimentare la convivenza tra differenti esperienze, che possano vicendevolmente contaminarsi ed arricchirsi offrendo nuovi scenari di fruizione.

La Terrazza – spiega Giuseppe Ariano, Presidente di Fonderie Culturali – darà nuova vita agli spazi esterni del Museo, trasformandoli da luoghi di passaggio a luoghi di esperienza e contaminazione tra differenti generi culturali”. Il progetto ha infatti come obiettivo la valorizzazione degli spazi esterni del Museo di Via San Benedetto, attualmente poco utilizzati, per renderli fruibili e vitali non solo ai turisti ma soprattutto ai cittadini salernitani, che potranno usufruire di uno spazio nuovo, aperto a piccoli eventi ed esperienze culturali varie. In particolare tutti i giovedì, per i prossimi due mesi, dalle ore 18.00 alle 19.30 la Terrazza sarà  a disposizione di artisti, giovani creativi, per presentazione di libri ed eventi culturali.

Nel corso della serata, a partire dalle ore 20.00, spazio anche alla musica. Interverranno Cesco, con le sue nuove creazioni musicali, ed il duo jazz Davide Cerreta e Ciro di Lorenzo. Dopo un simpatico aperitivo e il taglio della torta, porte aperte per chi vorrà  visitare la mostra LOST. L’arte ritrovata” di Daniele Accossato, che permetterà  di ammirare per la prima volta 7 opere d’arte famose prendere nuova vita attraverso gesti ed espressioni del tutto diverse.

Evento Gratuito.
Per info e prenotazioni visite: Tel. 089231135 | SMS/WhatsApp 3277559783 |
mail: info@fonderieculturali.org

“Lost. L’arte ritrovata” all’Archeologico di Salerno dal 30 giugno al 3 settembre

lunedì, 26 giugno 2017

Locandina-Mostra-Lost

7 opere d’arte famose rapite, nascoste e liberate nella mostra personale di Daniele Accossato

Dai Bronzi di Riace al David di Donatello, le opere d’arte più famose prendono nuova vita al Museo Archeologico Provinciale di Salerno grazie alla mostra “Lost. L’arte ritrovata” di Daniele Accossato. L’Associazione Fonderie Culturali, insieme al giovane artista torinese, inaugurerà un originale percorso espositivo teso a creare un continuum tra i reperti presenti al Museo, l’arte classica e quella contemporanea. L’appuntamento per appassionati e curiosi è fissato per il prossimo venerdì 30 giugno, dalle ore 19.00 alle ore 22.00 con ingresso gratuito.
La mostra di Accossato resterà poi aperta fino al 3 settembre 2017, per offrire a quanti più visitatori la possibilità di ammirare 7 famose opere in gesti ed espressioni del tutto diverse.
Il primo e secondo piano del Museo di via San Benedetto diventeranno il set di un classico film giallo, dove il visitatore sarà chiamato a ritrovare e riconoscere le opere che Accossato dapprima ruba, poi modifica e infine nasconde. Si potranno così ammirare i Bronzi di Riace legati, rinchiusi, sottoposti ad una violenza che è allo stesso tempo una rinascita, una nuova luce, una dimensione più umana, che favorisce un rapporto empatico col fruitore.
Le 7 opere, infatti, risulteranno spogliate della loro antica sacralità ma non del loro senso, perché si mostreranno arricchite di uno nuovo e più tangibile significato, diventando lo specchio del nostro tempo.
La mostra sarà anche l’occasione per presentare il nuovo arredo del cortile del Museo, vero e proprio luogo relax, dove si alterneranno incontri, dibattiti e momenti conviviali.
L’evento, realizzato in partnership culturale con il Museo Archeologico di Reggio Calabria, vanta il patrocinio del Comune e della Provincia di Salerno.
Per info: Tel. 089 231135 | SMS/WhatsApp 327 7559783 | mail: info@fonderieculturali.org

 

L’Architetto e la Regina all’Archeologico di Salerno per la Notte dei Musei

venerdì, 19 maggio 2017

Sabato 20 maggio emozionanti visite guidate e apertura serale al costo di 1 euro

Notte dei Musei

Notte dei Musei

Sabato 20 maggio p.v. torna la tredicesima edizione della Notte Europea dei Musei. Festa anche a Salerno, dove al Museo Archeologico Provinciale l’Associazione Fonderie Culturali proporrà un modo nuovo ed insolito per conoscere il patrimonio culturale del territorio.
Grazie ad un’apertura serale straordinaria fino alle ore 23.00, ed al costo simbolico di 1 euro, cittadini e turisti potranno partecipare a due speciali visite guidate di grande impatto emozionale.
A partire dalle ore 20.00, in collaborazione con la Fondazione Ezio de Felice, sarà possibile  immergersi nella storia del complesso di San Benedetto e visitare, oltre al Museo anche l’adiacente Chiesa. A seguire, alle ore 21.15, prenderà il via la seconda visita guidata dedicata alla vera storia della Regina Margherita di Durazzo. Il cortile del Museo, per l’occasione, si trasformerà in un’antica corte con musica, balli e aperitivi.
Prenotazione obbligatoria (posti limitati):
Tel. 089 231135 | SMS/WhatsApp 327 7559783 | mail: info@fonderieculturali.org

Kid Pass Days torna a Salerno!

giovedì, 11 maggio 2017

Il 13 e 14 maggio 2017 maratona di eventi dedicati ai bambini a cura di Fonderie Culturali
Kid-Pass-Days
Sabato 13 e domenica 14 maggio torna a Salerno Kid Pass Days, la maratona di eventi family dedicata ai genitori e ai bambini 0-12 anni. L’Associazione Fonderie Culturali, referente per i Kid Pass Days a Salerno, propone per l’occasione numerose iniziative gratuite mirate a rafforzare il legame con il territorio, e ad avvicinare i piccoli alla cultura, all’arte, alle scienze, alla lettura, alla musica, alla storia, al teatro, al cinema, allo sport, all’ecologia e all’interculturalità.
Le attività ed i laboratori a cura dell’Associazione Fonderie Culturali, sono realizzati in collaborazione con l’Associazione Artestudio e con il patrocinio del Comune di Salerno.

Programma eventi:
Evento: La pittura en plein air con tavolozza e pennelli
Quando: sabato 13 maggio | dalle ore 17.00 alle 19.00
Dove: Museo Diocesano “San Matteo” Salerno

Evento: I giochi dell’antichità e il “Museo in Danza” con lo spettacolo performativo curato da associazione Artestudio
Quando: domenica 14 maggio | dalle ore 10.30 alle 13.00
Dove: Museo Archeologico Provinciale di Salerno

Evento: “Ricci oro e ghirigori”, laboratorio didattico con l’argilla
Quando: domenica 14 maggio | dalle ore 18.00 alle 19.00
Dove: Chiesa di San Giorgio

Partecipazione gratuita Prenotazione obbligatoria: Tel. 089 231135 | SMS/WhatsApp 327 7559783
info@fonderieculturali.org

Un week-end di grandi eventi al Museo Archeologico di Salerno

giovedì, 2 marzo 2017

Sabato 4 e domenica 5 marzo viaggio tra le bellezze artistiche italiane e visita guidata al Complesso di San Benedetto
Locandina-Archeologico-Salerno-5-marzo
Un fine settimana ricco di emozioni al Museo Archeologico di Salerno, dove l’associazione Fonderie Culturali ha organizzato un’interessante due giorni di eventi. Sabato 4 marzo p.v. alle ore 11.00 è in programma la presentazione dell’ultimo volume del professore Giuliano Volpe, dal titolo “Un patrimonio italiano”. Si tratta di una sorta di viaggio ideale che l’autore compie all’interno delle tante meraviglie italiane, cercando di esaltare gli esempi di gestione dei siti culturali che meglio valorizzano il rapporto tra la storia del territorio e i cittadini. All’incontro saranno presenti tra gli altri Giuseppe Canfora – Presidente della Provincia di Salerno, Alfonso Andria – ex parlamentare ed attualmente Presidente del Centro Universitario Europeo per i Beni Culturali, Gabriel Zuchtriegel – Direttore del Parco Archeologico di Paestum. Un’occasione da non perdere per cultori ed appassionati che potranno confrontarsi sulla gestione del patrimonio culturale italiano e sulle strategie per la loro promozione in chiave economico-sociale.
Domenica 5 marzo p.v. alle ore 11.00, invece, i visitatori potranno partecipare all’iniziativa #domenicaalmuseo ed alla visita guidata all’intero Complesso di San Benedetto (Costo 4 euro e prenotazione obbligatoria via tel 089231135 o sms/whatsapp 3277559783), compresa la Chiesa omonima ubicata di fronte al Museo. L’architetto Vincenzo Orgitano illustrerà la storia e gli aneddoti di Ezio De Felice, l’architetto che negli anni settanta realizzò proprio il primo allestimento del plesso museale. I lavori di manutenzione e restyling terminati nel febbraio 2013 hanno riproposto un allestimento espositivo rispettoso della filosofia del restauro e del design originario.
Dove: Museo Archeologico Provinciale di Salerno, Via S. Benedetto 28 – Salerno, www.museoarcheologicosalerno.it
Date: 4 e 5 marzo 2017
Per info e prenotazioni: tel: 089 231135 Sms/Whatsapp 3277559783

Sold out per la mostra “PEOPLE” di Stefano Bolcato al Museo Archeologico di Salerno

sabato, 21 gennaio 2017

Successo tra i giovani per i dipinti olio su tela ispirati alle costruzioni LEGO. Gran finale il 22 gennaio con il workshop sul metodo Lego Serious Play (LSP)
Locandina mostra Bolcato
La cultura appassiona i giovanissimi. È successo al Museo Archeologico Provinciale di Salerno grazie alla mostra “PEOPLE” di Stefano Bolcato. Durante i 20 giorni di esposizione si sono registrati 4760 visitatori, lunghe file per entrare, ed un consenso straordinario di critica nazionale ed internazionale sui social e stampa. L’evento ideato dall’Associazione Fonderie Culturali, in collaborazione con ZOE, ha infatti trasformato il Museo di Via San Benedetto in un luogo vivo presso il  quale ritrovare la propria identità attraverso un dialogo giocoso con l’arte.
Non solo salernitani, ma anche molti visitatori di altre province campane e persino turisti stranieri hanno ammirato i dipinti di Stefano Bolcato. “Un grande successo – ha dichiarato Giuseppe Ariano Presidente di Fonderie Culturali – che ha dimostrato ancora una volta come una buona offerta culturale, seppure senza il sostegno delle Istituzioni e con il solo lavoro gratuito di un gruppo di giovani, sia in grado di avvicinare le persone di ogni età all’arte e di valorizzare le bellezze del patrimonio territoriale”.
Molto apprezzati, soprattutto dai ragazzi, il linguaggio pop dei dipinti e l’idea dell’artista di sovvertirne le regole proposte nelle istruzioni di montaggio dei famosi LEGO per reinterpretare alcuni celebri capolavori della storia dell’arte, realizzati da artisti come Sandro Botticelli, Leonardo da Vinci, Andy Warhol, Vincent Van Gogh. I bambini si sono, invece, divertiti ad ammirare l’effetto accattivante della plastica dai colori vivaci sui dipinti ad olio proposti in chiave giocosa, che ha esaltato anche l’aspetto ludico e didattico della mostra.
L’evento si concluderà domenica 22 gennaio. Alle ore 10.00 le sale del Museo Archeologico ospiteranno il workshop sul metodo Lego Serious Play (LSP), a cura di Giorgio Beltrami – da anni faciltatore LSP certificato. Il metodo, nato negli anni novanta in Danimarca presso la LEGO per facilitare i processi decisionali e di problem solving, rappresenta oggi una metodologia di apprendimento e autoapprendimento collaborativo che attraverso la realizzazione di modelli tridimensionali consente di generare conoscenza. Il workshop è a numero chiuso – max 15 persone. Per info e prenotazioni: tel. 3277559783
Gran finale alle ore 18.30 con un talk che vedrà protagonisti l’artista Stefano Bolcato, Davide Boselli di ZOE Art & Culture, Valeria Arnaldi giornalista e scrittrice e Giuseppe Ariano di Fonderie Culturali. 

Dove: Museo Archeologico Provinciale di Salerno, Via S. Benedetto 28 – Salerno, www.museoarcheologicosalerno.it
Date: 22 gennaio 2017
Per info e prenotazioni: tel: 089 231135 Sms/Whatsapp 3277559783

L’arte al tempo dei LEGO al Museo Archeologico Provinciale di Salerno

mercoledì, 14 dicembre 2016

Dal 18 dicembre 2016 al 22 gennaio 2017 “PEOPLE” di Stefano Bolcato

locandina-mostra-peopleDomenica 18 dicembre 2016 alle ore 18, presso il Museo Archeologico di Salerno, si terrà l’inaugurazione di “PEOPLE”, la mostra personale di Stefano Bolcato. Fino al 22 gennaio 2017 i visitatori potranno ammirare sette dipinti olio su tela e il video “Empty Walls”, testimonianza della personale ricerca e azione performativa dell’artista, fra i pochi ad avvalersi di un linguaggio pittorico assimilabile al mondo LEGO.
Partendo dai modellini del popolare gioco di costruzioni, l’artista romano Bolcato si diverte a sovvertirne le regole proposte nelle istruzioni di montaggio ed a reinterpretare alcuni celebri capolavori della storia dell’arte, realizzati da artisti come Sandro Botticelli, Leonardo da Vinci, Andy Warhol, Vincent Van Gogh. L’artista costruisce letteralmente e meticolosamente il soggetto da rappresentare, fino a diventarne il regista creativo. Il colore e l’ironia dei soggetti rappresentati su tela crea così un corto circuito emozionale nello spettatore. La Mostra, infatti, darà vita ad un dialogo tra spettatore, collezione museale e storia dell’arte, spostando l’attenzione sul gioco\ruolo dell’arte.
La stessa scelta di Bolcato di lavorare attraverso la pittura ad olio, proposta in chiave giocosa riproducendo l’effetto accattivante della plastica dai colori vivaci, e l’accostamento di una tecnica di così antica tradizione a soggetti tanto contemporanei e dal disegno industriale offrirà una spolverata alla storia dell’arte mediante alcune tra le sue icone più famose.
L’evento ideato dall’Associazione Fonderie Culturali, in collaborazione con ZOE, riproporrà così il Museo nell’accezione originaria del termine, il luogo delle Muse, declinato come spazio dedito non solo alla conservazione ma anche alla valorizzazione, come luogo vivo presso il  quale ritrovare l’identità a partire dal patrimonio culturale.
Giuseppe Ariano – Presidente di Fonderie Culturali, nel ricordare che fu proprio lui a spingere Stefano Bolcato a creare le prime due opere della serie, dichiara: “La Mostra, oltre a stimolare la curiosità dei visitatori, vuole promuovere la sperimentazione e ibridazione dei linguaggi, offrire nuovi spunti per avvicinarsi all’arte, interferire nella esposizione museale e riattivare racconti e stimoli soprattutto attraverso il gioco.”
“Ciò che crea Stefano Bolcato – sostiene Claudia Ferrini, Direttore Artistico e cofondatrice di Zoe – è un gioco molto serio: attraverso il linguaggio pop, l’artista mantiene viva l’attenzione attorno al patrimonio e crea, nella mente dello spettatore, un universo immaginario dove convivono, armonicamente, aspetto ludico e didattico. Bolcato declina appieno la definizione di Museo del futuro, dove gli artisti sono in grado di reinterpretare le collezioni e fornire nuovi spunti di rilettura”.
Dove: Museo Archeologico Provinciale di Salerno, Via S. Benedetto 28 – Salerno, www.museoarcheologicosalerno.it
Date: dal 18 dicembre 2016 al 22 gennaio 2017
Per info e prenotazioni: tel: 089 231135 Sms/Whatsapp 3277559783

Archeologico di Salerno, l’“Intrasatta” di Giancarlo Neri apre gli eventi di dicembre

martedì, 6 dicembre 2016

Arte, musica live, installazioni luminose, quiz, ritratti con Lego, laboratori didattici e apertura straordinaria fino alle 23.30 tutti i venerdì del mese
locandina-eventi-dicembre
Al Museo Archeologico di Salerno è tempo di regali, sorprese e di nuove contaminazioni culturali. Un ricco calendario di eventi, a cura dell’Associazione Fonderie Culturali, coinvolgerà grandi e bambini dal 9 al 30 dicembre 2016. L’archeologia sarà “remixata” con l’arte contemporanea, la musica, il gioco, il cibo ed il cinema, per offrire un tripudio di emozioni. Grande novità sarà l’apertura straordinaria in notturna, tutti i venerdì, dalle ore 20.00 alle ore 23.30.
Si inizia il 9 dicembre con l’inaugurazione dell’installazione luminosa “Intrasatta” a cura di Giancarlo Neri. Lo scultore e artista napoletano incanterà i visitatori del Museo di Via San Benedetto con un’opera artistica a cielo aperto, che illuminerà il giardino del sito museale. Oggetti d’uso quotidiano variamente decontestualizzati, saranno utilizzati in maniera insolita e trasformati di senso, per arricchire in modo non invasivo ma volutamente poetico l’esterno del Museo. Dopo aver ascoltato musica live e gustato un “artistico” aperitivo, i visitatori potranno così ammirare gratuitamente una miriade di colori che attraversano tutte le gradazioni, mentre si alternano in un gioco di land art, creando un dialogo tra natura e cultura, in un continuo gioco di rimandi e di ambiguità.

Gli eventi continueranno nei giorni successivi… il 16 dicembre da non perdere il divertente gioco a quiz del Cervellone, il 23 dicembre Musica live dei The Bubbles, ed il 30 dicembre silent disco con Dj Fasi e Marco Fullone da Radio Montecarlo. Inoltre, ogni sabato mattina alle ore 12.00 si potrà partecipare a speciali visite guidate gratuite.
Il 18 dicembre da non perdere Stefano Bolcato Artist e i suoi ritratti di capolavori d’arte con le figure LEGO. E ancora laboratori didattici per bambini e la promozione di una Speciale Card Musei per visitare il Museo Diocesano “San Matteo” di Salerno, la Pinacoteca Provinciale e il Museo Archeologico Provinciale con un biglietto unico giornaliero di 4 euro.

Dove: Museo Archeologico Provinciale di Salerno, Via S. Benedetto 28 – Salerno
Per info: tel: 089 231135 | Sms/Whatsapp 3277559783 | www.museoarcheologicosalerno.it

L’arte incontra i social media alla BMTA di Paestum

domenica, 23 ottobre 2016

Venerdì 28 ottobre Workshop “Nuova comunicazione e patrimonio culturale” a cura di Fonderie Culturali
locandina-workshop-bmta
Alla Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico l’arte incontra i social media. Il prossimo venerdì 28 ottobre dalle ore 17 alle 19, la Sala Cerere del Salone Espositivo dedicato al patrimonio archeologico ospiterà il workshop su “La nuova comunicazione e il patrimonio culturale” a cura dell’Associazione Fonderie Culturali.
Giuseppe Ariano – esperto di comunicazione del MiBACT introdurrà e modererà l’appuntamento, nel corso del quale interverranno Francesco Di Costanzo – Ideatore e promotore di #PAsocial, Livia Iacolare – Manager Media Parterships di Twitter Italia e Ginevra Niccolucci, izi.TRAVEL – Project Manager Italy. Twitter Italia in occasione dell’incontro terrà un workshop sull’uso di Twitter per il patrimonio culturale.
Un’occasione importante per confrontarsi sull’uso del digitale e sulla promozione social dei musei. Secondo i dati di un recente studio di Civita per #socialmuseums, gli italiani che utilizzano i social media sono circa 36,5 milioni, ovvero ben il 60% dell’intera popolazione e di questi 9 milioni usano i social per entrare i contatto con i musei. In Italia: 114 musei sono su facebook e 43 su twitter su un totale di 315 musei.  La loro comunicazione social è però ancora parziale, non organizzata e spesso ridotta a mera condivisione di link informativi copiati e incollati da siti web ufficiali. “Il workshop – spiega Giuseppe Ariano – offrirà gli spunti per colmare questa lacuna, promuovendo una strategia che faccia degli strumenti digitali e social una parte integrante della relazione con  i pubblici e  della stessa esperienza di visita dei musei” .
Dove: Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico, Via Magna Grecia 919, 84063 Capaccio Paestum
Quando: Venerdì 28 ottobre dalle ore 17:00 alle ore 19:00
Registrati qui: https://www.eventbrite.it/e/biglietti-nuova-comunicazione-e-patrimonio-culturale-workshop-28726617085
Ideazione e organizzazione Fonderie Culturali