Archivi per la categoria ‘Percorsi di Turismo Culturale’

Fonderie Culturali e Museo Archeologico di Salerno, due anni insieme!

mercoledì, 22 luglio 2015

Per la Festa di compleanno mostra d’arte e concerto live di Marco Volino. Ed a settembre un ricco palinsesto e tante novità per grandi e bambini

locandina-evento-web

L’Associazione Fonderie Culturali chiama a raccolta, il prossimo venerdì 24 luglio, soci e simpatizzanti per festeggiare insieme due anni di eventi al Museo Archeologico di Salerno. Un’occasione da non perdere per rivivere i momenti più significativi, incontrare gli artisti che si sono avvicendati nel corso dei mesi e per brindare alla nuova stagione di eventi – autunno 2015. “Nel corso degli ultimi 24 mesi Fonderie Culturali – spiega il Presidente Giuseppe Ariano – ha promosso un nuovo modo di vivere il Museo, non solo come contenitore di reperti antichi ma soprattutto come luogo d’incontro e di confronto, dove riscoprire la propria identità culturale e vivere l’emozione di sentirsi parte della storia”. Negli ultimi due anni, sotto la gestione promozionale di Fonderie Culturali più di 35.000 visitatori hanno ammirato le collezioni del Museo e partecipato alla visione, in esclusiva, di cinque film di contenuto archeologico-culturale. Circa 10.000 bambini hanno sperimentato l’arte attraverso il gioco con le attività didattiche e feste a tema. Prestigiose partnership come quelle con il British Museum di Londra, con Palazzo Strozzi di Firenze, Sky Arte, Campania Artecard, con l’Associazione Mecenate 90, Expo in Viaggio e con l’Associazione ARCAN – Salerno Cantieri&Architettura hanno poi lanciato il Museo verso l’assegnazione del Certificato di eccellenza per il 2015 di TripAdvisor.
La serata di festa si aprirà, a partire dalle ore 19.00, con la presentazione della mostra “Mito e Natura. Dalla Grecia a Pompei” a cura di Angela Pontrandolfo, Docente di archeologia greca dell’Università degli Studi di Salerno. La mostra, che sarà inaugurata ufficialmente il prossimo 31 luglio negli spazi di Palazzo Reale di Milano, rappresenta l’unica esposizione archeologica realizzata nella città meneghina per Expo, ed offre una selezione delle più suggestive rappresentazioni della natura che il mondo antico ci ha lasciato, con capolavori di arte greca, magnogreca e romana provenienti dai più importanti musei italiani ed europei. Per l’occasione in collaborazione con l’Agenzia Viaggi Milagro Travel di Salerno e con il Fai Lombardia saranno presentati anche vantaggiosi pacchetti per visitare EXPO e la mostra.
A festeggiare il secondo compleanno di Fonderie Culturali al Museo ci sarà anche Marco Volino, giovane pianista e compositore salernitano, che dalle ore 20.30 delizierà i visitatori con il suo ultimo lavoro discografico “Anamnesis ”.  Un vero e proprio viaggio nell’immortalità dell’anima attraverso i labirinti segreti della musica, che riscalderà l’atmosfera prima della visita guidata al Felino Alato. Dalle ore 22.00, infatti, i visitatori potranno ammirare da vicino il Sostegno di mobile a forma di Felino alato in bronzo con doratura, proveniente direttamente dal J. Paul Getty Museum di Los Angeles, che per un anno sostituirà la testa in bronzo del dio Apollo in tour tra Los Angeles e Washington.
Prima del brindisi e del taglio della torta, Fonderie Culturali presenterà il palinsesto dei prossimi mesi dove spicca il lancio di una speciale app, che grazie alla tecnologia beacons racconterà contenuti extra delle collezioni museali ed offrirà un’esperienza di visita guidata interattiva, personalizzata e con durata non circoscritta al periodo di permanenza nel Museo. Novità anche per le attività didattiche del giovedì che, sempre a partire da settembre, avranno un nuovo format ed offriranno ai bambini la possibilità di conoscere l’arte anche attraverso i cartoon.
A grande richiesta ritorna l’evento autunnale “Tè al Museo”, che a partire da settembre allieterà le domeniche pomeriggio dei salernitani e non solo, trasformando il Museo in un vero e proprio salotto. Comodamente seduti, i visitatori potranno gustare dei deliziosi e profumati biscotti di mandorla, sorseggiare una calda tazza di tè, ed assistere alla proiezione di film di Sky Arte dedicati a Pompei, al Colosseo ed alla Sicilia archeologica in compagnia di esperti.  Non mancheranno concerti live ed i classici percorsi culturali ArchTour alla scoperta dell’architettura contemporanea di Salerno.

Maggiori info con l’hashtag #‎museovivo
Dove: Museo Archeologico Provinciale di Salerno, Via San Benedetto 28, 84122 Salerno
Data/Costo: 24 luglio 2015 – Ingresso gratuito
Info e Prenotazione: tel: 089/231135 – sms e whatsapp 3277559783 – mail: info@museoarcheologicosalerno.it

LIBRIamoci al Museo Archeologico di Salerno

mercoledì, 29 ottobre 2014

Venerdì 31 ottobre speciale apertura fino alle 22.30 per promuovere e rendere libera la lettura. Sabato 1° novembre visita guidata inedita dedicata al culto dei morti nell’antichità

locandina evento libriamoci

Che piacere leggere al Museo di sera! Un piacere che il prossimo venerdì 31 ottobre potrà essere condiviso da tutti i visitatori dell’Archeologico di Salerno, dalle ore 20.30 alle 22.30. Il Museo di Via San Benedetto offrirà una speciale apertura serale agli appassionati di lettura aderendo a “LIBRIamoci”, l’iniziativa  promossa dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo – con il Centro per il libro e la lettura – e dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (MIUR) – con la Direzione Generale per lo studente.
Per l’occasione l’Associazione Fonderie Culturali invita tutti gli appassionati di lettura a visitare il Museo, portando con sé un libro che abbia come tema quello della vita e/o della morte e vivere insieme “La notte dei morti viventi”. I visitatori saranno invitati a leggere un brano ad alta voce per poi condividerne pensieri ed emozioni. L’iniziativa mira a diffondere il piacere della lettura ed a sottolinearne l’utilità per la crescita sociale e personale, attraverso l’ascolto e il confronto. Le letture saranno twittate live con l’hashtag #Libriamoci. La speciale apertura serale offrirà così un modo inedito per celebrare la notte di Halloween, riscoprendo opere del passato e del presente. E prima dei saluti un brindisi alla lettura con una selezione di vini della provincia di Salerno.
Il giorno dopo ancora un evento da non perdere. Sabato 1° novembre il Museo Archeologico Provinciale di Salerno resterà aperto dalle ore 10.00 alle 19.00 per offrire emozioni da brivido. In particolare, a partire dalle ore 17.00, gli archeologi di Fonderie Culturali proporranno ai visitatori una speciale visita guidata dedicata al culto dei morti nell’antichità. Prendendo spunto dai reperti presenti nelle sale del Museo saranno ricostruite e narrate credenze, superstizioni, riti religiosi e magici che hanno caratterizzato i secoli passati. Un viaggio nell’immaginario antico, nel quale sarà possibile riconoscere paure ataviche che ancora persistono e scoprire modi diversi di guardare alla morte.

Dove: Museo Archeologico Provinciale di Salerno, Via San Benedetto 28, 84122 Salerno
Date/ Costi: venerdì 31 ottobre 2014, dalle ore 20.30 alle 22.30. Biglietto 2 euro per ingresso al Museo ; sabato 1° novembre 2014 dalle ore 10.00 alle ore 19.00. Biglietto 1 euro per visita guidata delle ore 17.00
Prenotazione obbligatoria: tel: 089/231135 –  mail info@museoarcheologicosalerno.it

Notte al Museo Archeologico di Salerno: un successo oltre le aspettative

domenica, 1 settembre 2013

notte-al-museo

Oltre 500 visitatori, la cultura appassiona grandi e bambini 
È stato un successo superiore ad ogni previsione la Notte al Museo Archeologico Provinciale di Salerno. “La risposta della città, dei giovani e dei turisti è stata eccezionale, c’è fame di eventi come questi – ha dichiarato Giuseppe Ariano, il Presidente dell’Associazione Fonderie Culturali promotore dell’iniziativa – aggiungendo che il prossimo evento è già in programma per il 28 settembre prossimo in occasione delle Giornate Europee del Patrimonio 2013”. Un risultato più che positivo che dà anche un ulteriore slancio al progetto pilota di promozione culturale del Museo, che l’Associazione sta promuovendo da alcuni mesi in collaborazione con la Provincia di Salerno.
Il momento clou della serata è stato l’affascinante prima proiezione di Gehry’s Vertigo uno dei 5 film di “Living Architectures”: l’innovativa maratona cinematografica a cura di Amor Vacui/ Pretesti di Architettura. Il film, che ribalta l’immagine idealizzata di una delle icone della contemporaneità: il Guggenheim Museum di Bilbao firmato da Frank Gehry, ha creato un alto tasso di suspense tra i visitatori che con gli occhi incollati alla facciata del museo, dove scorrevano le immagini del film, si sono immedesimati nel ruolo degli scalatori addetti alla pulizia delle vetrate sospesi a 30 metri nel vuoto. Un’esperienza inedita che ha consentito di avvicinarsi alla grande architettura, senza idealizzazioni ma con la consapevolezza che l’arte ci circonda ogni giorno ed appartiene alla vita quotidiana.
La serata era iniziata nel tardo pomeriggio con la sezione didattica dedicata ai bambini. Nelle stanze del Museo sito in Via San Benedetto, nel centro storico di Salerno, i piccoli visitatori sono arrivati numerosi ed eccitati di partecipare al simpatico tour organizzato per loro. Mano nella mano hanno prima osservato ed ascoltato la spiegazione sui principali reperti, e poi si sono divertiti a riprodurli colorando i vari disegni preparati per l’occasione. In una sala gremita si è svolta con successo anche la visita guidata sull’architettura del Museo Archeologico Provinciale di Salerno, a cura dell’architetto Ruggiero Bignardi autore del recente restauro dello stesso Museo che ha riaperto lo scorso febbraio dopo 3 anni di lavori.
Molto apprezzate anche le visite guidate alle collezioni, che hanno consentito di scoprire meglio la storia culturale di Salerno. A grande richiesta le visite sono continuate anche oltre l’orario previsto, dando la possibilità di partecipare anche a chi non era riuscito a prenotarsi in tempo nei giorni scorsi.
Un museo per tutti, quindi, capace di coinvolgere il pubblico con linguaggi artistici nuovi e mai banali, dove l’arte racconta la storia di una città e contribuisce alla sua promozione turistica. Le iniziative dell’Associazione Fonderie Culturali continueranno ad animare il Museo Archeologico Provinciale di Salerno anche nei prossimi mesi. Tra gli eventi in programma: Aperitivi al Museo, Apertura straordinaria in occasione delle giornate europee del patrimonio, Didattica museale, Compleanno al museo per bambini e non solo, Visite guidate e persino un Corso di inglese per migliorare accoglienza dei turisti.

L’iniziativa Notte al Museo Archeologico Provinciale di Salerno è stata realizzata e promossa dall’Associazione Fonderie Culturali, in collaborazione con la Provincia di Salerno, Amor Vacui/ Pretesti di Architettura ed ha goduto del patrocino morale del Comune di Salerno e dell’Ordine Architetti PPC della Provincia di Salerno. Partner dell’evento: Ferrarelle S.p.A. e NTV S.p.A. 

Maggiori info www.museoarcheologicosalerno.it

Living Architectures fa tappa al Museo Archeologico Provinciale di Salerno!

martedì, 27 agosto 2013

museo-archeologico

Sabato 31 agosto apertura fino a mezzanotte con cinema all’aperto, didattica per bambini e visite guidate a cura di Fonderie Culturali

Cinema all’aperto al Museo Archeologico Provinciale di Salerno. L’evento nell’evento in programma sabato 31 agosto 2013, a cura dell’Associazione Fonderie Culturali che dallo scorso luglio è impegnata nel progetto pilota di promozione culturale in collaborazione con la Provincia di Salerno, vedrà l’apertura straordinaria del Museo fino a mezzanotte.
La speciale serata offrirà a cittadini e turisti la possibilità di guardare all’architettura con occhi nuovi, attraverso dimensioni intime e colloquiali, nelle quali lo spazio è raccontato dai gesti delle persone che lo abitano. Il giardino antistante la struttura a partire dalle ore 20.00 ospiterà, infatti, il primo appuntamento di “Living Architectures”: l’innovativa maratona cinematografica dedicata all’architettura che farà tappa a Salerno dal 31 agosto al 12 settembre 2013 a cura di Amor Vacui/ Pretesti di Architettura. Il pubblico potrà assistere gratuitamente alla prima proiezione di Gehry’s Vertigo, il film che ribalta l’immagine idealizzata di una delle icone della contemporaneità: il Guggenheim Museum di Bilbao firmato da Frank Gehry. Meravigliosamente realistico e ad alto tasso di suspense, il film consentirà di vestire i panni degli scalatori addetti alla pulizia delle vetrate che ogni giorno, sospesi a 30 metri nel vuoto, conducono una lotta accanita contro i minuscoli granelli di polvere. Un’esperienza inedita che farà comprendere come la grande architettura non è solo rappresentazione ideale, ma anche e soprattutto parte della vita quotidiana, spazio vissuto e condiviso con tutta la sua vitalità e fragilità. Il film sarà presentato da Andrea Viliani Direttore del Museo Madre di Napoli, che illustrerà il significato ed il ruolo del museo nell’età contemporanea.
A seguire, l’architetto Ruggiero Bignardi, autore del recente restauro del Museo Archeologico Provinciale di Salerno, proporrà un interessante excursus sulla storia del complesso museale ed una speciale visita guidata sull’evoluzione della sua architettura.
I visitatori potranno poi prendere parte anche ad ulteriori visite guidate dedicate all’origine delle singole collezioni, ed alla storia del ritrovamento della testa bronzea di Apollo, opera simbolo del Museo.
E mentre i più grandi vivranno quest’insolita esposizione in chiave moderna dello storico patrimonio culturale, i bambini già dalle ore 18.30 potranno divertirsi nelle sale interne adibite alla didattica. Attraverso un simpatico tour tra le stanze del Museo, i piccoli potranno infatti scoprire le caratteristiche dei principali reperti, e giocare a riprodurli colorando i disegni che verranno loro consegnati.
Non mancheranno golose tappe culinarie, durante le quali i visitatori potranno assaporare alcuni prodotti tipici di Salerno e gustare un “artistico” drink. Inoltre, in occasione dell’evento, Italo|NTV mette a disposizione voucher di sconto del valore di 10 euro per viaggi in treno da e verso Salerno da tutta Italia, dal 31 agosto al 12 settembre 2013. Il voucher dovrà essere prenotato dal 29 al 31 agosto 2013 presso il Museo Archeologico Provinciale di Salerno o via mail chiamando al numero tel. 089231135.
L’evento, che vanta il Patrocinio del Comune di Salerno, la partecipazione della Provincia di Salerno, il Patrocinio Morale dell’Ordine degli Architetti di Salerno, vedrà la presenza di Matteo Bottone – Assessore Provinciale al Patrimonio, Cultura e Beni Culturali, Ermanno Guerra – Assessore alla Cultura del Comune di Salerno, Barbara Cussino – Dirigente del Settore Musei e Biblioteche della Provincia, Maria Gabriella Alfano – Presidente Ordine Architetti PPC di Salerno.

Dove – Museo Archeologico Provinciale di Salerno, Via San Benedetto 28, 84122 Salerno
Quando – sabato 31 agosto dalle ore 18.30 alle 24.00
Modalità di ingresso – proiezione film in giardino ingresso gratuito / bambini sezione didattica biglietto 2 euro / per la visita guidata al complesso museale, su prenotazione, si pagherà solo il biglietto di ingresso di 2 euro / per le visite guidate alle collezioni, su prenotazione, si pagherà 3 euro compreso l’ingresso/
Prenotazioni visite: tel. 089231135 – da martedì a venerdì dalle ore 9.00 alle 19.00; sabato dalle ore 9.00 alle 13.00
Maggiori info www.museoarcheologicosalerno.it

Living-Architectures

Ferragosto al Museo Archeologico Provinciale di Salerno

venerdì, 9 agosto 2013

foto-1

Visite guidate, laboratori didattici per bambini e dolci dessert fino a tarda sera

Porte aperte il 15 agosto nel Museo Archeologico Provinciale di Salerno. Un’opportunità da non perdere per i turisti, ma anche per i cittadini che trascorreranno il Ferragosto a Salerno, per conoscere i tesori artistici che raccontano la storia della città e della sua provincia. Il Museo sarà aperto dalle ore 17.30 fino alle 22.30 per consentire la visita fino a tarda sera.
L’Associazione Fonderie Culturali, che dallo scorso 9 luglio è impegnata nel progetto pilota di promozione culturale del polo museale in collaborazione con l’Amministrazione Provinciale, accoglierà i visitatori con una girandola di percorsi espositivi. Le visite guidate consentiranno di ripercorrere le principali correnti culturali che si sono affermate in Campania dalla preistoria all’epoca romana, con un focus sull’area etrusco sannita di Fratte, fino a giungere al cospetto dell’opera più importante: la testa bronzea di Apollo. E per i bambini Ferragosto al Museo Archeologico Provinciale di Salerno sarà divertente oltre che molto istruttivo. Previsti laboratori didattici gratuiti, dove i più piccoli potranno scoprire la storia dei reperti archeologici e di chi li ha prodotti attraverso l’osservazione, il disegno e la creazione di oggetti in argilla.
La serata al Museo si concluderà poi con un fresco dessert. Esibendo il biglietto di ingresso sarà, infatti, possibile recarsi alla gelateria Angelo Napoli artigiano del gelato che ha aderito all’iniziativa, per una golosa sorpresa.
Ferragosto a Salerno sarà anche un’occasione per conoscere o riappropriarsi del centro storico e delle bellezze culturali sparse sul territorio. Fonderie Culturali, in collaborazione con l’Agenzia Viaggi Milagro Travel di Salerno, propone piacevoli escursioni della durata di mezza giornata o di una giornata intera, che si potranno prenotare già a partire dal 15 agosto.

Dove – Museo Archeologico Provinciale di Salerno, Via San Benedetto 28, 84122 Salerno
Quando – giovedì 15 agosto dalle ore 17.30 alle 22.30
Modalità di ingresso – biglietto ordinario 2 euro; biglietto ridotto 1 euro
Maggiori info – tel. 089231135 – www.museoarcheologicosalerno.it

***

Dettaglio tour Fonderie Culturali:

Durata 8h
Up&down Salerno – Museo Archeologico Provinciale di Salerno, Pinacoteca Provinciale, Castello Arechi (con possibilità di pranzo e aperitivo)
Per conoscere Salerno attraverso alcuni dei siti museali di maggiore rilievo della città: il Museo Archeologico nel meraviglioso complesso di S. Benedetto (X sec. d. C.) conserva i reperti dalla preistoria all’epoca romana provenienti da tutta la provincia. La Pinacoteca Provinciale nel centro storico di Salerno espone le opere, tra gli altri, di Andrea da Salerno, ed infine il Castello Arechi (VI sec. d. C.) punto d’avvistamento prima e residenza signorile poi.
Salerno e la Costiera Amalfitana – Museo Archeologico Provinciale di Salerno, Castello Arechi – Museo Provinciale della Ceramica di Villa Guariglia, Visita alle antiche ceramiche Solimene (con possibilità di pranzo al Castello Arechi)
Un viaggio attraverso la ceramica salernitana dalla sua comparsa nel Neolitico, con le collezioni del Museo Archeologico Provinciale, la ceramica medievale del Castello Arechi, la ceramica del Novecento con il Museo della Ceramica di Villa Guariglia ed infine la visita alla caratteristica sede delle Ceramiche Solimene a Vietri su Mare.
Da Salerno a Paestum – Museo Archeologico Provinciale, Museo Nazionale di Paestum, Area Archeologica di Paestum (con possibilità di degustazione dei prodotti tipici locali)
Un’affascinante viaggio nell’archeologia della provincia di Salerno attraverso le collezioni del Museo Archeologico Provinciale di Salerno e un focus su Paestum con la sua spettacolare area archeologica e il rinnovato Museo Archeologico che custodisce i reperti rinvenuti al di là del fiume Sele, tra cui la meravigliosa Tomba del Tuffatore.

Durata 4h
Salerno: Archeologia ed arte – Museo Archeologico Provinciale, Pinacoteca Provinciale (con possibilità di degustazione del gelato)
Il Museo Archeologico Provinciale di Salerno conserva i reperti, dall’età preistorica al periodo romano, provenienti dalla città  e dai maggiori siti archeologici della provincia, recuperati negli anni grazie ad esplorazioni archeologiche, rinvenimenti fortuiti e donazioni private. La Pinacoteca provinciale ha sede nel seicentesco Palazzo Pinto, dimora gentilizia di una delle famiglie nobiliari più importanti di Salerno, l’esposizione si articola in tre sezioni: Dal Quattrocento al Settecento, Salernitani e Costaioli, Artisti Stranieri.
Salerno etrusca – Museo Archeologico Provinciale di Salerno, Area archeologica di Fratte
Il nuovo percorso espositivo del Museo Archeologico Provinciale, inaugurato nel febbraio 2013, mette in evidenza i reperti provenienti dal sito etrusco-campano di Fratte, ad esso è dedicato il primo piano del complesso museale, completamente rinnovato con una serie di installazioni multimediali che ne facilitano la comprensione. L’area archeologica di Fratte sorge alla periferia settentrionale dell’odierna città di Salerno, è stata oggetto di studi dagli inizi dell’Ottocento fino pochi anni fa.
Salerno e la Costiera Amalfitana – Castello Arechi, Museo Provinciale della Ceramica di Villa Guariglia (con possibilità di degustazione dei dolci tipici)
Il castello che si eleva in cima al monte Bonadies, dominando dall’alto la città di Salerno, è un eccezionale punto panoramico, oltre a poter ammirare la struttura, i cui tratti più antichi (la Turris maior) risalgono al VI sec. d.C., è possibile visitare un grazioso museo che conserva reperti in ceramica, vetro, metalli e monete rinvenuti all’interno della struttura. Il Museo Provinciale della Ceramica è collocato all’interno del complesso di Villa Guariglia, residenza dell’ambasciatore Raffaele Guariglia.
Svisti e mai visti – Museo Archeologico Provinciale dell’Agro Nocerino Sarnese, Battistero di Nocera Superiore, Villa de Ruggiero (Raccolta Arti Applicate e Museo Manuel Cargaleiro)
L’antica Nuceria nasce all’inizio del VI a. C. in concomitanza con la fine delle necropoli dell’agro sarnese, da allora essa non ha mai perso la sua importanza come via naturale di passaggio tra l’area vesuviana e quella salernitana. Il Museo Archeologico Provinciale dell’Agro Nocerino Sarnese, situato nel duecentesco complesso di Sant’Antonio, ospita in particolare i reperti provenienti dalla più grande necropoli nocerina: quella rinvenuta in località Pareti. Al VI sec. d. C. risale la costruzione della Rotonda di Santa Maria Maggiore, splendido esempio di battistero di età giustinianea. Villa de Ruggiero è un residenza nobiliare costruita all’inizio dell’Ottocento e comprende un lussureggiante parco di impronta neoclassica, al suo interno sono state raccolte una serie di opere pertinenti le arti applicate prodotte da importanti artisti del Novecento quali: Irene Kowaliska, Elsie Schwarz Dölker, Monica Hannasch, Giancappetti, ecc… Una sezione poi è dedicata all’artista portoghese Manuel Cargaleiro.

Il Museo Archeologico di Salerno spalanca le porte all’estate

lunedì, 8 luglio 2013

Aperitivi sotto le stelle, attività didattiche, musica e visite guidate ad opera di Fonderie Culturali

MUSEO-ARCHEOLOGICO

Salerno, 8 luglio 2013 – Un Museo che non sia solo esposizione di reperti antichi ma anche un luogo d’incontro e di confronto culturale, dove sperimentare nuovi linguaggi e strumenti per promuovere una precisa identità territoriale.

A partire dal 9 luglio, l’Associazione Fonderie Culturali darà il via ad un progetto pilota che, per quattro mesi, trasformerà le sale del Museo Archeologico Provinciale di Salerno in luoghi di piacevole aggregazione sociale attraverso una serie di appuntamenti dedicati all’arte, alla didattica, alla musica. Un modo nuovo di promuovere il Museo che consentirà, a turisti e residenti, di osservare e conoscere pregevoli opere vivendo l’emozione unica di sentirsi partecipi della loro storia.

Un coinvolgente percorso cronologico e topografico, arricchito di postazioni multimediali e videoproiezioni con ricostruzioni virtuali dalla preistoria al tardo antico, permetterà di ammirare una ricca selezione di vasi, gioielli, strumenti da lavoro, ritrovati nelle numerose campagne di scavo effettuate nel vasto territorio provinciale e la Sala dedicata ad Apollo, simbolo del Museo: la Testa in bronzo di età romana rinvenuta nelle acque del golfo di Salerno nel 1930. In esposizione anche i mirabili e preziosi reperti dell’area etrusco-sannita di Fratte, l’importante insediamento situato alla periferia settentrionale dell’ attuale città e scoperto nel 1927, con una sezione dedicata al culto dell’eroe greco Eracle.

Il giardino antistante la struttura ospiterà gli Happy Hour Museali: serate a tema che consentiranno di godere anche in orario serale delle bellezze artistiche del Museo e della calda atmosfera estiva di Salerno.

Dove – Complesso San Benedetto, Via San Benedetto, 84122 Salerno
Quando – da martedì a domenica dalle ore 9.00 alle 19.30
Modalità di ingresso – biglietto ordinario 2 euro; biglietto ridotto 1 euro
Prenotazione visite guidate – tel. 089231135

Salerno ospita i Percorsi d’Autore

giovedì, 1 dicembre 2011

Vi aspettiamo a Salerno

Fonderie Culturali promuove i Percorsi d’Autore. Da sabato 3 dicembre 2011 e fino all’8 gennaio 2012 sarà possibile, infatti, prendere parte alle visite guidate nelle piazze e nei luoghi d’arte di Salerno.

 

Per la prima volta, nella magica atmosfera natalizia delle“Luci d’Artista”, guide esperte accompagneranno i partecipanti in un tour tra le bellezze della città alla scoperta degli aspetti più curiosi e meno noti.

Ad arricchire le visite tanti racconti, leggende, aneddoti storici, storie e testimonianze di personaggi che hanno vissuto a Salerno e contribuito a renderla illustre.

L’evento è promosso in collaborazione con il team di Progetto Barroco, che riunisce guide autorizzate dalla Regione Campania e con Campania ArteCard 365 l’innovativo biglietto integrato musei-trasporti pubblici, che consente di viaggiare in tutta la regione e di conoscere il suo meraviglioso patrimonio culturale.

Il percorso prevede le seguenti tappe:

  • Villa Comunale (Giardino Incantato)
  • Salerno Longobarda – Piazza Sedile del Campo, San Pietro a Corte, Largo Abate Conforti, Duomo, Via Mercanti.
  • S. Benedetto e la Scuola Medica Salernitana (il mago Barillario)
  • Via Velia e Piazza Flavio Gioia (Luci d’artista e la Città Settecentesca)

INFO E PRENOTAZIONI:
da 1 a 5 pax – € 15 per pax (inclusa bevanda calda/gelato)
da 6 a 30 pax – € 10 per pax (inclusa bevanda calda/gelato)
da 31 pax a salire – € 7 per pax (inclusa bevanda calda/gelato)

Prenotazione obbligatoria (la visita non si svolgerà in caso di pioggia)

Orari: 17.00 – 19.00 / 19.00 – 21.00 / 21.00 – 23.00
Durata: circa 2 ore
Per gli altri giorni orari e visite da accordarsi direttamente con chi ne fa richiesta.
Per prenotazioni:
tel. 328 2895132 g.ariano@fonderieculturali.it – www.facebook.com/FonderieCulturali
DIFFIDATE DALLE IMITAZIONI: LE NOSTRE VISITE SONO CON GUIDE ESPERTE AUTORIZZATE DALLA REGIONE CAMPANIA

Itinerari culturali tra Campania e Basilicata

mercoledì, 11 agosto 2010

trip sa pz

– in collaborazione con Grand Hotel Salerno –

Le province di Salerno e Potenza sono molto vicine e sono pronte per metterti in contatto con la cultura dei luoghi che le rappresentano, le vedute mozzafiato e i patrimoni che ne raccontano le storie.

Ti proponiamo una idea di viaggio: una settimana con la possibilità la possibilità di scoprire territori che conosciamo bene.


Partners:

Grand Hotel Salerno – mare e relax fino al 12 settembre dormi con 35,00 € a persona + bimbo 0-12 e ingresso libero al centro benessere(disponibilità fino ad esaurimento camere).

L’Angelo del gelato – un cono gelato in regalo su due acquistati

La Settimana Che Vi Suggeriamo

Arrivare a Salerno

Salerno dista solo 56 km da Napoli ed è raggiungibile in auto attraverso le autostrade A30 e A3; in treno con AV Trenitalia o Intercity; in nave da Messina con Caronte&Tourist; in aereo all’aeroporto di Napoli Capodichino. E’ servita da bus e treni regionali del consorzio UNICO Campania (con unico biglietto si viaggia su treni, metro e bus; www.unicocampania.it )

Arrivare a Potenza

Potenza dista un’ora e 15 minuti d’auto da Salerno (100 km). E’ raggiungibile in treno o in bus (autobus LISCIO) ma consigliamo di noleggiare l’auto per raggiungere la città e per godere a pieno del paesaggio.

Che cosa visitare a Salerno e nei dintorni (minimo 3 giorni):

–    i siti culturali che ci raccontano di antichi romani, bizantini, longobardi, di marinai e artisti d’epoca moderna;

–    la Costiera Amalfitana (raggiungibile con il Metrò del Mare dal porto turistico in città o con il bus con biglietto UNICO COSTIERA);

–     Paestum con l’area archeologica, il museo e il Museo Narrante di Hera Argiva;

–    La cittadina di Campagna e l’evento “a Chiena” nei sabato e domenica di Agosto;

–     Vietri sul Mare con le sue maioliche colorate e Cava de’ Tirreni e i suoi portici Rinascimentali;

–     il Museo Archeologico Nazionale di Pontecagnano e l’antica Volcei (Buccino);

–    Il Cilento e il Vallo di Diano con le grotte di Pertosa, la Certosa di Padula, Palinuro e le sue bellissime spiaggie, Teggiano e la revocazione storica della principessa Costanza.

E inoltre da Salerno potete arrivare in 30 minuti di bus o treno all’area archeologica di Pompei.

Cosa visitare a Potenza e dintorni (minimo 3 giorni):

–     la città, il suo borgo antico e il Museo Archeologico Nazionale;

–     Brindisi di Montagna, il parco della Grancìa

–      Pietrapertosa, Castelmezzano e Campomaggiore;

–     Il Volo dell’Angelo;

–      Acerenza e la sua cattedrale;

–     Muro Lucano;

–     Il castello svevo di Lagopesole.

In provincia di Potenza è possibile scaricare gratis ADMIRE, una applicazione per iphone e ipad, che permette di personalizzare la visita sul territorio e avere suggerimenti per i siti culturali da visitare o in quali ristoranti gustare le tipicità locali.

scopri ADMIRE su www.myadmire.it

Per maggiori dettagli e per le tariffe agevolate scrivete a info@fonderieculturali.org

Admire: guida turistica personalizzata per la Basilicata

sabato, 17 luglio 2010

Schermata 2010-07-17 a 13.44.08

ADMIRE, la prima guida turistica personalizzata è ora disponibile su appStore Apple.

Nata all’interno del progetto di formazione “Cultura e Patrimonio nella multimedialità”, finanziato con D.D. 126 del 12/03/2009 da parte della Regione Basilicata,e ideata e sviluppata dal team ICT di Fonderie Culturali, ADMIRE è la prima guida turistica che mette al centro il turista e le sue esigenze.

Attraverso un’interfaccia intuitiva e l’uso di innovativi algoritmi di personalizzazione, ADMIRE guida i turisti nella creazione di percorsi di vista adatti alle proprie preferenze ed interessi, coinvolgendo e valorizzando tutti gli elementi culturali e turistici più o meno noti nel territorio. Un sistema, quindi che fornisce un percorso turistico in grado di combinare il tempo a disposizione, il luogo da raggiungere, gli interessi culturali e le possibili priorità.

Grazie all’accordo ed alla collaborazione della Qualisud s.r.l., ADMIRE è ora disponibile per un’area territoriale della Basilicata comprendente le città di Acerenza, Lagopesole, Pietrapertosa, Castelmezzano, Campomaggiore, Brindisi di Montagna e Muro Lucano, in attesa di estendere il servizio a tutta la regione. All’interno di ADMIRE saranno convogliati servizi turistici e commerciali personalizzati disponibili sia su dispositivi mobile che su piattaforma web dedicata. Sarà possibile ricevere notifiche automatiche su eventi, apertura e censitmento di nuovi siti culturali, curiosità ed offerte commerciali relative alle strutture ricettive affiliate al servizio. Inoltre, uno store on-line permetterà l’acquisto di merchandising culturale, di pubblicazioni storico-artistiche e la prenotazione ed acquisto dei biglietti di ingresso delle strutture cutlurali ed eventi a pagamento.

Il prossimo 22 Settembre 2010, lo staff ICT di Fonderie Culturali, sarà presente al TECHA 2010 per presentare il sistema a possibili partner dell’area Ricerca e Sviluppo e a chiunque avesse come obiettivo la promozione economica e turistica di un particolare distretto culturale.

maggiori dettagli : admire.basilicata.it

Feriae Volceiane

mercoledì, 14 luglio 2010

La cultura quale volano dello sviluppo di un territorio è il leit-motiv delle manifestazioni poste in essere dall’amministrazione comunale di Buccino attraverso le “Feriae Volceianae”.
Queste mettono insieme una serie di EVENTI di “VALORIZZAZIONE e PROMOZIONE del Parco Archeologico Urbano e del Museo Archeologico Nazionale dell’Antica Volcei.
Il Comune di Buccino, con l’ausilio della Regione Campania, dell’Ente Provinciale per il Turismo di Salerno e con la collaborazione della Pro Loco, della Soprintendenza Archeologica di SA-AV-BN-CE e dell’Istituto Italiano per gli Studi Filosofici di Napoli, investe nella cultura legata alla fruizione turistica cercando di creare un contesto che per numero e qualità delle iniziative sia capace di stimolare e sostenere il processo di sviluppo che faticosamente si cerca di innescare intorno ai beni culturali. .

Le “pietre” sono quindi musica, danza, teatro, cinema, letteratura e poesia della nostra storia passata del nostro presente e del nostro futuro.
Il Parco Archeologico non come semplice spazio fisico ma come incubatore di eventi che ne risaltino il suo valore storico e culturale per il passato, ma anche e soprattutto per il presente ed il futuro, sottolineando le radici culturali della comunità volceiana, dal periodo storico lucano ai giorni nostri, da sempre crocevia di culture e di linguaggi universali che solo le diverse arti sono in grado di realizzare.
Tale formula è stata capace di accontentare e soddisfare i più esigenti palati culturali in visita al Parco Archeologico, offrendo un ventaglio di opportunità ogni volta sempre differenti ma capaci di mirare ad un unico obiettivo: promuovere turisticamente l’Antica Volcei quale meta di un turismo sensibile verso i suoi ospiti che cerca di realizzare anche attraverso gli eventi di cui al presente programma quella comunità del “buon vivere” asse portante di una nuova, possibile e sostenibile economia.

Info:

http://www.comunebuccino.it
http://www.volcei.net