Archivi per la categoria ‘Salerno città della Cultura’

“Lost. L’arte ritrovata” all’Archeologico di Salerno dal 30 giugno al 3 settembre

lunedì, 26 giugno 2017

Locandina-Mostra-Lost

7 opere d’arte famose rapite, nascoste e liberate nella mostra personale di Daniele Accossato

Dai Bronzi di Riace al David di Donatello, le opere d’arte più famose prendono nuova vita al Museo Archeologico Provinciale di Salerno grazie alla mostra “Lost. L’arte ritrovata” di Daniele Accossato. L’Associazione Fonderie Culturali, insieme al giovane artista torinese, inaugurerà un originale percorso espositivo teso a creare un continuum tra i reperti presenti al Museo, l’arte classica e quella contemporanea. L’appuntamento per appassionati e curiosi è fissato per il prossimo venerdì 30 giugno, dalle ore 19.00 alle ore 22.00 con ingresso gratuito.
La mostra di Accossato resterà poi aperta fino al 3 settembre 2017, per offrire a quanti più visitatori la possibilità di ammirare 7 famose opere in gesti ed espressioni del tutto diverse.
Il primo e secondo piano del Museo di via San Benedetto diventeranno il set di un classico film giallo, dove il visitatore sarà chiamato a ritrovare e riconoscere le opere che Accossato dapprima ruba, poi modifica e infine nasconde. Si potranno così ammirare i Bronzi di Riace legati, rinchiusi, sottoposti ad una violenza che è allo stesso tempo una rinascita, una nuova luce, una dimensione più umana, che favorisce un rapporto empatico col fruitore.
Le 7 opere, infatti, risulteranno spogliate della loro antica sacralità ma non del loro senso, perché si mostreranno arricchite di uno nuovo e più tangibile significato, diventando lo specchio del nostro tempo.
La mostra sarà anche l’occasione per presentare il nuovo arredo del cortile del Museo, vero e proprio luogo relax, dove si alterneranno incontri, dibattiti e momenti conviviali.
L’evento, realizzato in partnership culturale con il Museo Archeologico di Reggio Calabria, vanta il patrocinio del Comune e della Provincia di Salerno.
Per info: Tel. 089 231135 | SMS/WhatsApp 327 7559783 | mail: info@fonderieculturali.org

 

L’Architetto e la Regina all’Archeologico di Salerno per la Notte dei Musei

venerdì, 19 maggio 2017

Sabato 20 maggio emozionanti visite guidate e apertura serale al costo di 1 euro

Notte dei Musei

Notte dei Musei

Sabato 20 maggio p.v. torna la tredicesima edizione della Notte Europea dei Musei. Festa anche a Salerno, dove al Museo Archeologico Provinciale l’Associazione Fonderie Culturali proporrà un modo nuovo ed insolito per conoscere il patrimonio culturale del territorio.
Grazie ad un’apertura serale straordinaria fino alle ore 23.00, ed al costo simbolico di 1 euro, cittadini e turisti potranno partecipare a due speciali visite guidate di grande impatto emozionale.
A partire dalle ore 20.00, in collaborazione con la Fondazione Ezio de Felice, sarà possibile  immergersi nella storia del complesso di San Benedetto e visitare, oltre al Museo anche l’adiacente Chiesa. A seguire, alle ore 21.15, prenderà il via la seconda visita guidata dedicata alla vera storia della Regina Margherita di Durazzo. Il cortile del Museo, per l’occasione, si trasformerà in un’antica corte con musica, balli e aperitivi.
Prenotazione obbligatoria (posti limitati):
Tel. 089 231135 | SMS/WhatsApp 327 7559783 | mail: info@fonderieculturali.org

Fonderie Culturali e Museo Archeologico di Salerno, due anni insieme!

mercoledì, 22 luglio 2015

Per la Festa di compleanno mostra d’arte e concerto live di Marco Volino. Ed a settembre un ricco palinsesto e tante novità per grandi e bambini

locandina-evento-web

L’Associazione Fonderie Culturali chiama a raccolta, il prossimo venerdì 24 luglio, soci e simpatizzanti per festeggiare insieme due anni di eventi al Museo Archeologico di Salerno. Un’occasione da non perdere per rivivere i momenti più significativi, incontrare gli artisti che si sono avvicendati nel corso dei mesi e per brindare alla nuova stagione di eventi – autunno 2015. “Nel corso degli ultimi 24 mesi Fonderie Culturali – spiega il Presidente Giuseppe Ariano – ha promosso un nuovo modo di vivere il Museo, non solo come contenitore di reperti antichi ma soprattutto come luogo d’incontro e di confronto, dove riscoprire la propria identità culturale e vivere l’emozione di sentirsi parte della storia”. Negli ultimi due anni, sotto la gestione promozionale di Fonderie Culturali più di 35.000 visitatori hanno ammirato le collezioni del Museo e partecipato alla visione, in esclusiva, di cinque film di contenuto archeologico-culturale. Circa 10.000 bambini hanno sperimentato l’arte attraverso il gioco con le attività didattiche e feste a tema. Prestigiose partnership come quelle con il British Museum di Londra, con Palazzo Strozzi di Firenze, Sky Arte, Campania Artecard, con l’Associazione Mecenate 90, Expo in Viaggio e con l’Associazione ARCAN – Salerno Cantieri&Architettura hanno poi lanciato il Museo verso l’assegnazione del Certificato di eccellenza per il 2015 di TripAdvisor.
La serata di festa si aprirà, a partire dalle ore 19.00, con la presentazione della mostra “Mito e Natura. Dalla Grecia a Pompei” a cura di Angela Pontrandolfo, Docente di archeologia greca dell’Università degli Studi di Salerno. La mostra, che sarà inaugurata ufficialmente il prossimo 31 luglio negli spazi di Palazzo Reale di Milano, rappresenta l’unica esposizione archeologica realizzata nella città meneghina per Expo, ed offre una selezione delle più suggestive rappresentazioni della natura che il mondo antico ci ha lasciato, con capolavori di arte greca, magnogreca e romana provenienti dai più importanti musei italiani ed europei. Per l’occasione in collaborazione con l’Agenzia Viaggi Milagro Travel di Salerno e con il Fai Lombardia saranno presentati anche vantaggiosi pacchetti per visitare EXPO e la mostra.
A festeggiare il secondo compleanno di Fonderie Culturali al Museo ci sarà anche Marco Volino, giovane pianista e compositore salernitano, che dalle ore 20.30 delizierà i visitatori con il suo ultimo lavoro discografico “Anamnesis ”.  Un vero e proprio viaggio nell’immortalità dell’anima attraverso i labirinti segreti della musica, che riscalderà l’atmosfera prima della visita guidata al Felino Alato. Dalle ore 22.00, infatti, i visitatori potranno ammirare da vicino il Sostegno di mobile a forma di Felino alato in bronzo con doratura, proveniente direttamente dal J. Paul Getty Museum di Los Angeles, che per un anno sostituirà la testa in bronzo del dio Apollo in tour tra Los Angeles e Washington.
Prima del brindisi e del taglio della torta, Fonderie Culturali presenterà il palinsesto dei prossimi mesi dove spicca il lancio di una speciale app, che grazie alla tecnologia beacons racconterà contenuti extra delle collezioni museali ed offrirà un’esperienza di visita guidata interattiva, personalizzata e con durata non circoscritta al periodo di permanenza nel Museo. Novità anche per le attività didattiche del giovedì che, sempre a partire da settembre, avranno un nuovo format ed offriranno ai bambini la possibilità di conoscere l’arte anche attraverso i cartoon.
A grande richiesta ritorna l’evento autunnale “Tè al Museo”, che a partire da settembre allieterà le domeniche pomeriggio dei salernitani e non solo, trasformando il Museo in un vero e proprio salotto. Comodamente seduti, i visitatori potranno gustare dei deliziosi e profumati biscotti di mandorla, sorseggiare una calda tazza di tè, ed assistere alla proiezione di film di Sky Arte dedicati a Pompei, al Colosseo ed alla Sicilia archeologica in compagnia di esperti.  Non mancheranno concerti live ed i classici percorsi culturali ArchTour alla scoperta dell’architettura contemporanea di Salerno.

Maggiori info con l’hashtag #‎museovivo
Dove: Museo Archeologico Provinciale di Salerno, Via San Benedetto 28, 84122 Salerno
Data/Costo: 24 luglio 2015 – Ingresso gratuito
Info e Prenotazione: tel: 089/231135 – sms e whatsapp 3277559783 – mail: info@museoarcheologicosalerno.it

Le meraviglie della “Reggia di Caserta” all’Archeologico di Salerno

mercoledì, 17 giugno 2015

In esclusiva sabato 20 giugno due proiezioni gratuite del film di Sky Arte

locandina filmSabato 20 giugno al Museo Archeologico di Salerno si abbasseranno nuovamente le luci per riprodurre l’atmosfera di una vera sala cinematografica ed ospitare così la proiezione, in esclusiva, del film-documentario di Sky Arte: “Reggia di Caserta”.
Dopo il successo della proiezione del film “Musei Vaticani 3D” dello scorso maggio, i visitatori del Museo Archeologico di Salerno potranno ancora una volta godere dell’eccezionale location di Via San Benedetto per esplorare una nuova tappa delle meraviglie d’Italia: la Reggia vanvitelliana, un unicum che tutto il mondo ammira.
L’apertura straordinaria del Museo fino alle ore 23.00 offrirà la possibilità di assistere a due proiezioni gratuite del film (ore 20.30 e 22.00 – prenotazione obbligatoria) ed entrare anche in luoghi in parte inaccessibili della Reggia di Caserta, grazie al montaggio di immagini video, illustrazioni artistiche e ricostruzioni grafiche. Partendo dalla fine dell’estate del 1750 si potranno ripercorrere gli anni della costruzione della Reggia, ponendo l’attenzione su chi ha vissuto più a lungo nel Palazzo: Ferdinando IV e Maria Carolina D’Asburgo. Un coinvolgente racconto condurrà poi i visitatori nelle milleduecento stanze di un sublime labirinto, occhieggiando dalle quasi duemila finestre aperte su un parco lussureggiante. Maggiori info con l’hashtag #‎museovivo

Dove: Museo Archeologico Provinciale di Salerno, Via San Benedetto 28, 84122 Salerno
Data/Costo: 20 giugno 2015, proiezione Film ore 20.30 e 22.00 – Ingresso gratuito
Prenotazione obbligatoria: tel: 089/231135 – sms e whatsapp 392/5846243 –  mail: info@museoarcheologicosalerno.it

All’Archeologico di Salerno si inaugura la mostra “Divino Umano”

martedì, 18 novembre 2014

Giovedì 20 novembre l’arte della ceramica celebra Apollo, simbolo del Museo

locandina mostra

Salerno, 18 novembre 2014 – Il prossimo giovedì 20 novembre alle ore 18.00, presso il Museo Archeologico Provinciale di Salerno, sarà inaugurata la mostra “Divino Umano” delle ceramiste Mariagrazia Cappetti, Deborah Napolitano e Maria Scotti. L’ormai collaudato trio artistico si cimenterà, per la prima volta, in un Site Specific all’interno del Museo di Via San Benedetto con una mostra dedicata al suo reperto simbolo: Apollo. A fare gli onori di casa Barbara Cussino – Dirigente del Settore Musei e Biblioteche della Provincia di Salerno.
Le opere in ceramica non solo evocheranno le declinazioni della dialettica fra umano e divino, ma ripercorrendo le fasi che vanno dal mito alla ragione, favoriranno un coinvolgimento percettivo dei visitatori. La musica elettronica del compositore salernitano Anacleto Vitolo offrirà poi il giusto ritmo per cogliere tutte le dimensioni del processo creativo ideato dalle tre artiste, accompagnando i visitatori per l’intera mostra fino all’elegante buffet che chiuderà la serata.
La mostra a cura dell’Associazione Fonderie Culturali sarà visitabile fino al 4 dicembre 2014 dal martedì alla domenica, dalle ore 9.00 alle 19.00.
Dove: Museo Archeologico Provinciale di Salerno, Via San Benedetto 28, 84122 Salerno
Data: Inaugurazione 20 novembre alle ore 18.00. Partecipazione gratuita
Info: tel: 089/231135 – mail info@museoarcheologicosalerno.it

ArchTour, alla scoperta di Salerno e del suo rapporto con il mare

mercoledì, 22 ottobre 2014

Sabato 25 ottobre al via l’inedito ciclo di visite culturali in città, dal Museo Archeologico alla Stazione Marittima progettata dall’archistar Zaha Hadid 

ArchTour locandina

Salerno e il Mare, tra passato e futuro. E nel mezzo tracce di storia, segni d’arte e frammenti di cultura che hanno ispirato la trasformazione urbana e l’architettura della città. Le Associazioni Fonderie Culturali e ARCAN – Salerno Cantieri&Architettura, il prossimo sabato 25 ottobre, offriranno a cittadini e turisti un inedito tour per conoscere il legame indissolubile che lega la città all’acqua.
Si partirà alle ore 9.45 dal Museo Archeologico Provinciale, sito in Via San Benedetto 28. Tutti in fila si raggiungerà la Stazione Marittima progettata da Zaha Hadid. Una visita in esclusiva consentirà di ammirare la struttura in cemento armato e cristallo, che armoniosamente si inserisce nel profilo della costa e rappresenta una delle opere più spettacolari del programma di trasformazione urbanistica di Salerno.
Seconda tappa sarà l’Archivio dell’Architettura Contemporanea, luogo di confronto tra l’architettura contemporanea e le esigenze espressive dei talenti artistici salernitani. Ed infine ritorno al Museo, dove si potrà osservare da vicino un tesoro emerso proprio dalle acque di Salerno: la testa in bronzo del Dio Apollo alta circa mezzo metro, prezioso originale tardo-ellenistico, risalente alla prima metà del I secolo a. C. La scultura, che fu rinvenuta per pura fatalità nel 1930 dopo che si era impigliata nelle reti di un pescatore, fa bella mostra insieme ad altri reperti provenienti da lontani lidi.
Fratte sarà la prossima tappa dell’ArchTour, in programma il 29 novembre 2014.

Dove: Museo Archeologico Provinciale di Salerno, Via San Benedetto 28, 84122 Salerno
Date: sabato 25 ottobre 2014, dalle ore 9.45
Modalità di partecipazione: Evento Archtour gratuito. Biglietto ingresso al Museo 2 euro
Prenotazione obbligatoria: tel: 089/231135 –  mail info@museoarcheologicosalerno.it

Al Museo Archeologico di Salerno si parla dell’“Operazione Idigov” e di Gestione del “sistema” arte

lunedì, 13 ottobre 2014

Venerdì 17 ottobre Marco Perduca racconterà come il Partito Radicale ha sconfitto la Russia di Putin alle Nazioni Unite, sabato 18 i giovani impareranno a valorizzare i beni culturali

 locandina PerducaAttualità, politica e cultura al Museo Archeologico Provinciale di Salerno. Il prossimo fine settimana si preannuncia ricco di contenuti e la parola d’ordine è partecipare per essere più consapevoli del proprio presente e futuro. Si inizia venerdì 17 ottobre con la presentazione del libro “Operazione Idigov, come il Partito Radicale ha sconfitto la Russia di Putin alle Nazioni Unite”, opera prima di Marco Perduca, già Senatore Radicale e Rappresentante all’ONU. Si continua sabato 18 ottobre con la Giornata Informativa sul Management dell’Arte e dei Beni Culturali a cura de Il Sole 24 Ore.
Nel primo appuntamento di venerdì 17 ottobre, alle ore 18.00, i visitatori del Museo di Via San Benedetto potranno rivivere le delicati fasi che hanno caratterizzato la primavera politica mondiale del 2000 insieme a cultori ed esperti del settore. Attraverso la pubblicazione di documenti ufficiali del governo Russo e delle Nazioni Unite, memorandum interni del Partito e ricordi personali, Marco Perduca racconterà come la Federazione Russa di Vladimir Putin chiese l’espulsione del PR dalle Nazioni Unite per aver fatto parlare davanti alla Commissione diritti umani di Ginevra il Parlamentare ceceno AkhyadIdigov. Dopo il saluto d’apertura di Giuseppe Ariano – Presidente di Fonderie Culturali, l’autore ripercorrerà infatti le iniziative istituzionali, politiche e parlamentari messe in atto tra Roma, Bruxelles e New York affinché l’ONU rigettasse la richiesta russa. Affiancato da Alessandro Ronga – Curatore del blog Ostpolitik e collaboratore della rivista Affari Internazionali, e Piercamillo Falasca – Direttore Strade Magazine – Marco Perduca spiegherà anche come un’organizzazione non-governativa sia riuscita a mobilitare decine di Paesi. L’incontro sarà moderato da Antonluca Cuoco socio della Alleanza Liberaldemocratica per l’Italia – ed avrà come tema della tavola rotonda quello attualissimo delle “Democrazie liberali davanti all’autoritarismo mercantilista”. I partecipanti avranno anche la possibilità di confrontarsi su delicate questioni socio-politiche, come l’annessione russa della Crimea che ha scosso radicate convinzioni sull’ordine mondiale formatesi dopo il 1989, e ad immaginare cosa succederebbe oggi se un altro Stato membro delle Nazioni Unite attivasse nuovamente la procedura di sanzione nei confronti del Partito Radicale. L’evento, che si inserisce nell’ambito delle iniziative di ottobre promosse dall’Associazione Fonderie Culturali, è sostenuto dalle associazioni Alleanza Liberaldemocratica per l’Italia, Italia Aperta, Società Libera.
Nel secondo appuntamento di sabato 18 ottobre, a partire dalle ore 11.00, i giovani laureati e laureandi in discipline socio-economiche, giuridiche, umanistiche potranno invece dialogare con i Responsabili de Il Sole 24 Ore Formazione per scoprire come valorizzare il “sistema” arte attraverso il Master in Economia e Management dell’Arte e dei Beni Culturali.

Dove: Museo Archeologico Provinciale di Salerno, Via San Benedetto 28, 84122 Salerno
Date: Presentazione Librovenerdì 17 ottobre 2014, dalle ore 18.00 alle 19.30;
Presentazione Master – sabato 18 ottobre 2014, dalle ore 11 alle ore 12.00
Info: tel. 089/231135 –  mail info@museoarcheologicosalerno.it

F@Mu, al Museo Archeologico di Salerno bambini e genitori uniti dal magico “Filo di Arianna”

lunedì, 6 ottobre 2014

Domenica 12 ottobre ingresso gratuito, giochi, attività didattiche con telai, anteprima esclusiva dei nuovi episodi di Matì e Dadà, teatro dei burattini e un concorso di disegni

locandina evento F@muFin dove arriverà il “Filo di Arianna”? Lo scopriranno i bambini che domenica 12 ottobre parteciperanno al F@Mu 2014 presso il Museo Archeologico Provinciale di Salerno. In occasione della seconda Giornata delle Famiglie al Museo, i piccoli visitatori di età compresa tra i 4 e 12 anni potranno conoscere la leggenda del Minotauro e divertirsi con attività didattiche, giochi a tema, ed iniziative speciali organizzate dall’Associazione Fonderie Culturali.
In linea con il tema proposto dal F@Mu a livello nazionale, il “Filo di Arianna”, i bambini che visiteranno l’Archeologico di Salerno potranno anche cimentarsi in un’entusiasmante caccia al tesoro con cui, indizio dopo indizio, sarà facile scovare tutto il materiale necessario per tessere su un telaio in legno, proprio come quello utilizzato dai neolitici. La realizzazione di manufatti di varie forme e dimensioni con fili multicolore sarà non solo un gioco simpatico, ma anche molto istruttivo, perché metterà alla prova la loro coordinazione visiva-manuale e li aiuterà ad esercitare la loro logica ed altre abilità logico-matematiche come la sequenza (nella scelta dei colori dei fili) e i concetti topologici (sopra/sotto).
Dopo il grande successo della scorsa edizione, torneranno al Museo di Salerno anche Matì e Dadà, protagonisti del cartone animato “L’arte con Matì e Dadà”, il primo cartoon Rai a occuparsi di arte a misura di bambino, coprodotto da Achtoons e Rai Fiction. I piccoli ospiti, dopo una golosa merenda al sapore di cioccolato, potranno assistere all’anteprima esclusiva dei primi due episodi della nuova serie che andrà in onda nel 2015.
Il divertimento proseguirà con i burattini dell’antica tradizione napoletana de “La Compagnia Maridiluna!” che presenterà “Le Guarattelle del Vesuviano”. Gli autori Antonio Aiese e Roberta di Domenico De Caro, con l’aiuto di Pulcinella e Teresina, racconteranno il mito di Teseo, Arianna e del Minotauro tra gioco, teatro e archeologia: una volta ascoltato il racconto i bambini, divisi in gruppi, potranno sbizzarrirsi a cercare il Minotauro dipanando il gomitolo nelle sale del Museo, per non smarrirsi e lasciare la testimonianza scritta della loro avventura con tanto di illustrazioni e colori. I disegni raccolti dal personale di Fonderie Culturali saranno pubblicati sulla pagina facebook del Museo e della F@Mu, e quelli più belli saranno premiati con libri d’arte dedicati ai bambini. L’evento regalerà alle famiglie la possibilità di conoscere un Museo a misura di bambini e di imparare divertendosi, confrontandosi gli uni con gli altri in un tripudio di colori, risa, voci e musiche.

Dove: Museo Archeologico Provinciale di Salerno, Via San Benedetto 28, 84122 Salerno
Date: domenica 12 ottobre 2014, dalle ore 10.00 alle 13.00 e dalle ore 16.00 alle 19.00
Modalità di partecipazione: Biglietto ingresso gratuito per adulti e bambini. Biglietto per attività didattiche 3 euro a bambino
Prenotazione obbligatoria: tel: 089/231135 –  mail info@museoarcheologicosalerno.it

Museo Archeologico di Salerno… un anno di eventi

lunedì, 25 agosto 2014

locandina-Museo-ArcheologicoVenerdì 29 agosto prima candelina per il “Progetto pilota di promozione” a cura di Fonderie Culturali. Apertura straordinaria del Museo fino alle ore 22 con proiezione gratuita del film “Italy: Love It or Leave It”, ospiti illustri e una maxi torta per celebrare 365 giorni di arte

La pazza estate continua, ma sul Museo Archeologico Provinciale di Salerno splende il sole della cultura e fervono i preparativi per un compleanno davvero speciale. Compie un anno il progetto pilota di promozione del Museo a cura dell’Associazione Fonderie Culturali, che celebrerà questo speciale anniversario venerdì 29 agosto 2014. Per l’occasione il Museo resterà aperto eccezionalmente anche dopo le ore 19.00 e fino alle 22.00 con biglietti a prezzo ridotto (2 euro).
A conclusione di un anno di lavoro i soci di Fonderie Culturali, attraverso un simpatico trailer, invitano i visitatori a ripercorrere insieme i momenti salienti che hanno animato le sale del Museo di Via San Benedetto. Ospiti d’eccezione saranno alcuni dei principali artisti, che nei mesi scorsi si sono esibiti all’Archeologico Provinciale di Salerno con la loro musica e performance culturali. Gli stessi artisti – tra cui il Maestro Francesco De Falco, la grintosa cantante Melania Cobucci, l’attore e regista salernitano Antonello De Rosa, i musicisti della Piccola Orchestra Popolare i Musicantica ed ancora la giovane cantautrice Denise Galdo e tanti altri – parteciperanno al dibattito dal titolo “È tempo di lasciare l’Italia per l’estero o è meglio rimanere” che introdurrà alla proiezione gratuita del film “Italy: Love It or Leave It”.
Con il favore del buio, il giardino antistante il Museo si trasformerà così in un cinema d’eccezione per ospitare questo docu-trip, che conduce con apparente leggerezza un’indagine sull’Italia contemporanea, e sul futuro incerto dei giovani che non sanno se sia meglio restare o emigrare. In compagnia di Luca Ragazzi, uno dei protagonisti del film, i visitatori potranno confrontarsi sugli aspetti positivi e negativi di questa importante decisione, tema quanto mai attuale.
Come in tutti i compleanni seguirà il soffio della candelina ed il taglio di una grande e golosa torta, e prima dei saluti Fonderie Culturali annuncerà i nuovi appuntamenti di settembre, dove non mancheranno musica, letteratura e… arte.

Dove – Museo Archeologico Provinciale di Salerno, Via San Benedetto 28, 84122 Salerno
Quando – venerdì 29 agosto 2014, dalle ore 19.00 alle ore 22.00, biglietto ingresso 2 euro
Per info e prenotazioni – tel. 089231135 – da martedì a domenica dalle ore 9.00 alle 19.00

 

Festa della Musica al Museo Archeologico di Salerno

mercoledì, 18 giugno 2014

Sabato 21 giugno apertura straordinaria e concerti gratuiti sotto un manto di stelle
locandina-musicaSolstizio d’estate effervescente all’Archeologico Provinciale di Salerno. Il prossimo sabato 21 giugno l’Associazione Fonderie Culturali, in collaborazione con la Provincia di Salerno e con l’Associazione Salerno Attiva, trasformerà il Museo di Via San Benedetto in un grande palco per ospitare la “Festa della Musica… al Museo”. Un’occasione da non perdere per esplorare i molteplici linguaggi e generi musicali che abitano la città. I salernitani ed i turisti potranno, infatti, visitare gratuitamente il Museo Archeologico Provinciale, che per l’occasione resterà aperto eccezionalmente dalle ore 19.00 alle 22.00.
La speciale serata di inizio estate vedrà esibirsi musicisti affermati e giovani artisti, con performance individuali e collettive, e non mancheranno sketch teatrali e momenti letterari.
La festa si aprirà con la presentazione, in anteprima, del nuovo video musicale di Salvatore Venturini, in compagnia del papà Bruno già un pezzo di storia della musica napoletana, e la partecipazione straordinaria del designer olandese Ton Pret. A seguire un momento di relax con la lettura di poesie a cura della professoressa Maria Serritiello. E nel mentre che il cielo si riempie di stelle i visitatori potranno scatenarsi a ballare con il concerto rock del gruppo Atomica con Francesco De Falco. Per gli appassionati di mitologia, la musa Euterpe, interpretata da Lucia Avino e diretta da Antonella Aprea, racconterà invece storie e leggende della musica vagando tra le sale fino al cospetto del Dio Apollo, simbolo del Museo. La serata si concluderà con un divertente flash mob… tutti a ballare un’originalissima coreografia che diventerà poi un video cult!

Dove – Museo Archeologico Provinciale di Salerno, Via San Benedetto 28, 84122 Salerno
Quando – 21 Giugno 2014 – Orario: 19.00 – 22.00.
Modalità di ingresso – Ingresso gratuito.
Prenotazioni e info – Tel. 089/231135 dal martedì alla domenica dalle ore 9.30 alle ore 19.00 – info@museoarcheologicosalerno.it