Articoli marcati con tag ‘management culturale’

Admire: guida turistica personalizzata per la Basilicata

sabato, 17 luglio 2010

Schermata 2010-07-17 a 13.44.08

ADMIRE, la prima guida turistica personalizzata è ora disponibile su appStore Apple.

Nata all’interno del progetto di formazione “Cultura e Patrimonio nella multimedialità”, finanziato con D.D. 126 del 12/03/2009 da parte della Regione Basilicata,e ideata e sviluppata dal team ICT di Fonderie Culturali, ADMIRE è la prima guida turistica che mette al centro il turista e le sue esigenze.

Attraverso un’interfaccia intuitiva e l’uso di innovativi algoritmi di personalizzazione, ADMIRE guida i turisti nella creazione di percorsi di vista adatti alle proprie preferenze ed interessi, coinvolgendo e valorizzando tutti gli elementi culturali e turistici più o meno noti nel territorio. Un sistema, quindi che fornisce un percorso turistico in grado di combinare il tempo a disposizione, il luogo da raggiungere, gli interessi culturali e le possibili priorità.

Grazie all’accordo ed alla collaborazione della Qualisud s.r.l., ADMIRE è ora disponibile per un’area territoriale della Basilicata comprendente le città di Acerenza, Lagopesole, Pietrapertosa, Castelmezzano, Campomaggiore, Brindisi di Montagna e Muro Lucano, in attesa di estendere il servizio a tutta la regione. All’interno di ADMIRE saranno convogliati servizi turistici e commerciali personalizzati disponibili sia su dispositivi mobile che su piattaforma web dedicata. Sarà possibile ricevere notifiche automatiche su eventi, apertura e censitmento di nuovi siti culturali, curiosità ed offerte commerciali relative alle strutture ricettive affiliate al servizio. Inoltre, uno store on-line permetterà l’acquisto di merchandising culturale, di pubblicazioni storico-artistiche e la prenotazione ed acquisto dei biglietti di ingresso delle strutture cutlurali ed eventi a pagamento.

Il prossimo 22 Settembre 2010, lo staff ICT di Fonderie Culturali, sarà presente al TECHA 2010 per presentare il sistema a possibili partner dell’area Ricerca e Sviluppo e a chiunque avesse come obiettivo la promozione economica e turistica di un particolare distretto culturale.

maggiori dettagli : admire.basilicata.it

Bando Nidi: Admire al primo posto

mercoledì, 14 aprile 2010

admire_logoADMIRE – Sistema di Turismo Culturale Personalizzato – realizzato per  l’area territoriale della Basilicata comprendente le città di Acerenza, Lagopesole, Pietrapertosa, Castelmezzano, Campomaggiore e Brindisi di Montagna, si posiziona al primo posto all’interno del Bando denominato N.I.D.I. (Nuove Idee D’impresa Innovative), ideato dalla Camera di Commercio di Potenza nell’ambito dell’Accordo Innovazione che coinvolge Università, Provincia di Potenza e diverse Associazioni di categoria allo scopo di sostenere ricerca e innovazione tecnologica.

I gruppi di giovani che hanno presentato proposte ad elevato contenuto di conoscenza, esaminate dal Comitato Tecnico Scientifico – composto dai partner dell’Accordo Innovazione – che ha selezionato le 10 più meritevoli di attenzione. Ora i proponenti affronteranno un percorso formativo allo scopo di produrre un vero e proprio piano di impresa, sulla base del quale saranno premiati 5 gruppi ai quali la Camera di Commercio finanzierà l’acquisizione di servizi e consulenze per perfezionare il progetto, attraverso la concessione di voucher di 10.000 euro ciascuno, con possibilità di un ulteriore incremento di 2.000 euro per coloro che avvieranno concretamente l’azienda.logo

All’interno del progetto di formazione “Cultura e Patrimonio nella multimedialità”, finanziato con D.D. 126 del 12/03/2009 da parte della Regione Basilicata, ADMIRE, ideato e svillupato dal team ICT di Fonderie Culturali, ha rappresentato il project work che i corsisti hanno contribuito alla realizzazione attraverso un’analisi dettagliata dei patrimoni materiali ed immateriali che interessano l’aera territoriale individuata.

Attraverso il Bando NIDI, il gruppo di lavoro potrà sviluppare un business plan per la realizzazione di una strat-up per la gestione della parte commerciale ed informativa di ADMIRE per la regione Basilicata.

La gestione della contabilità delle associazioni no profit

mercoledì, 7 aprile 2010

workshop_gibelliL’Associazione Fonderie Culturali promuove, nell’ambito del percorso Progettare per la Cultura, il workshop “La gestione della contabilità di un’associazione”.

Sabato 8 Maggio 2010, ore 14.00

Mediateca Comunale “Peppino Impastato” – Sala Astrolabio –  Via Convento, Baronissi (SA)

Relatore: Sergio Gibelli, commercialista esperto del settore no profit

Destinatari: responsabili associazioni no profit, commercialisti, contabili, consulenti

Quota di iscrizione € 25,00 (da versare online con carta di credito o prepagate o contestualmente al workshop)

Per i soci di Fonderie Culturali la quota è pari a € 5,00 (da versare contestualmente al workshop)

Per info: Antonietta Landi, tel. 347 2337224

scarica il documento informativo

INSERISCI IN QUESTA PAGINA LE DOMANDA DA RIVOLGERE ALL’ESPERTO


Fonderie Culturali alla settimana internazionale della grafica

domenica, 13 settembre 2009

blurConferenze, tavole rotonde, conversazioni, passeggiate e molto altro ancora saranno l’anima pulsante dell’evento Design Per inserito all’interno della Settimana Internazionale della Grafica che si terrà a Napoli dal 6 al 11 Ottobre 2009. Partendo dai quattro temi portanti più di 50 ospiti si confronteranno per mantenere viva e reattiva la riflessione critica e il confronto sulla pratica del progetto. Sette mostre: From the eye to the heart, Campania Blur Design, Munari, Un Libro al mese, Italic 2.0, Multiverso, Tipico/Atipico, Good 50×70. Passeggiate tipografiche, Open Studios, Proiezioni.

I progetti trasversali della produzione sarà il tema di Campania Blur Design. Agenzie, studi imprese, autori, scuole. La mostra a cura di Pino Grimaldi con la collaborazione di Matilde Lepore, indaga come i confini fra le diverse componenti del design risultano sempre meno netti. Il design è ormai una disciplina trasversale, anzi, è un insieme intricato di competenze che non può più chiamarsi design, se non mediante l’affiancamento di un’aggettivazione che ne perimetra in qualche modo l’ambito e ne definisce il territorio circoscrivendolo, almeno per denominarlo. Tutto diventa indistinto e si fonde nell’ingegneria tecnologica dell’interazione cognitiva della fruizione. Ogni declinazione del design è blur.

Alla mostra Campania Blur Design, Dario Volpe consulente grafico per Fonderie Culturali, presenterà una serie di pannelli illustrativi sulla comunicazione e design che hanno contraddistinto le iniziative di questo primo anno di attività di Fonderie Culturali. Inseriti all’interno della mostra, i suoi lavori condurranno lo spettatore in un percorso euristico di rara creatività e di straordinaria ricchezza in grado di innescare riflessioni e riconsiderazioni sul ruolo del progetto di comunicazione, sempre più presente e legittimato all’interno delle strategie comunicative di Fonderie Culturali al fine di rendere il messaggio comunicativo attrattivo e diretto.

Campania Blur Design – Accademia di belle arti (Napoli) – inaugurazione 6 ottobre 2009 ore 16,00

Maggiori info: Design Per

ArtLab 2009

lunedì, 3 agosto 2009

artlab2009

Nelle passate edizioni, ArtLab si è qualificata come luogo di incontro tra operatori culturali interessati ad un confronto senza reticenze sul ruolo che l’arte, la cultura e quindi le politiche culturali hanno nella società italiana odierna. L’edizione 2009 allarga il confronto al mondo economico, politico, sociale proponendo come di consueto una riflessione da diversi punti di vista.
Nella plenaria di venerdì 18 settembre è affidato ad Alessandro Baricco e ad altri artisti ed operatori il compito di individuare i nodi problematici e formulare alcune idee e proposte per un profondo rinnovamento delle politiche culturali, del management delle organizzazioni artistiche e culturali e per un rilancio dell’imprenditoria culturale. Alle riflessioni proposte sono invitati a reagire, in tre panel successivi, esponenti del mondo politico, finanziario, dell’imprenditoria privata e del terzo settore, all’insegna dell’ascolto e dell’individuazione di terreni e modalità comuni di successiva elaborazione.

I seminari del sabato sono dedicati all’esplorazione di casi di buone pratiche e di programmi innovativi nelle terrae incognitae della produzione e della gestione culturale, nell’ambito di 6 seminari paralleli che ospiteranno interviste collettive ad artisti ed operatori non esclusivamente attivi in ambito culturale.

Salerno, che si candida città per la Cultura non può mancare a questo appuntamento e rimarcare la necessità improrogabile di un confronto radicale tra portatori di interessi e di visioni nuove e articolate. La chiave per lo sviluppo sociale, culturale ed economico del nostro territorio risiede nell’esplorazione di buone prassi per il management culturale e soprattutto nell’acquisizione di nuove metodologie per l’interlocuzione ed integrazione tradizionali attori istituzionali delle politiche culturali, dalle Fondazioni di origine bancaria ai centri culturali indipendenti, da imprese a enti pubblici territoriali.
Fonderie Culturali parteciperà ad ArtLab 2009 per raccogliere idee, conoscenze e stimoli utili a contribuire alla crescita di Salerno Land for Culture.
Per chiunque volesse partecipare all’evento, maggiori info su:  ArtLab 2009