Articoli marcati con tag ‘Turismo sostenibile’

Itinerari culturali tra Campania e Basilicata

mercoledì, 11 agosto 2010

trip sa pz

– in collaborazione con Grand Hotel Salerno –

Le province di Salerno e Potenza sono molto vicine e sono pronte per metterti in contatto con la cultura dei luoghi che le rappresentano, le vedute mozzafiato e i patrimoni che ne raccontano le storie.

Ti proponiamo una idea di viaggio: una settimana con la possibilità la possibilità di scoprire territori che conosciamo bene.


Partners:

Grand Hotel Salerno – mare e relax fino al 12 settembre dormi con 35,00 € a persona + bimbo 0-12 e ingresso libero al centro benessere(disponibilità fino ad esaurimento camere).

L’Angelo del gelato – un cono gelato in regalo su due acquistati

La Settimana Che Vi Suggeriamo

Arrivare a Salerno

Salerno dista solo 56 km da Napoli ed è raggiungibile in auto attraverso le autostrade A30 e A3; in treno con AV Trenitalia o Intercity; in nave da Messina con Caronte&Tourist; in aereo all’aeroporto di Napoli Capodichino. E’ servita da bus e treni regionali del consorzio UNICO Campania (con unico biglietto si viaggia su treni, metro e bus; www.unicocampania.it )

Arrivare a Potenza

Potenza dista un’ora e 15 minuti d’auto da Salerno (100 km). E’ raggiungibile in treno o in bus (autobus LISCIO) ma consigliamo di noleggiare l’auto per raggiungere la città e per godere a pieno del paesaggio.

Che cosa visitare a Salerno e nei dintorni (minimo 3 giorni):

–    i siti culturali che ci raccontano di antichi romani, bizantini, longobardi, di marinai e artisti d’epoca moderna;

–    la Costiera Amalfitana (raggiungibile con il Metrò del Mare dal porto turistico in città o con il bus con biglietto UNICO COSTIERA);

–     Paestum con l’area archeologica, il museo e il Museo Narrante di Hera Argiva;

–    La cittadina di Campagna e l’evento “a Chiena” nei sabato e domenica di Agosto;

–     Vietri sul Mare con le sue maioliche colorate e Cava de’ Tirreni e i suoi portici Rinascimentali;

–     il Museo Archeologico Nazionale di Pontecagnano e l’antica Volcei (Buccino);

–    Il Cilento e il Vallo di Diano con le grotte di Pertosa, la Certosa di Padula, Palinuro e le sue bellissime spiaggie, Teggiano e la revocazione storica della principessa Costanza.

E inoltre da Salerno potete arrivare in 30 minuti di bus o treno all’area archeologica di Pompei.

Cosa visitare a Potenza e dintorni (minimo 3 giorni):

–     la città, il suo borgo antico e il Museo Archeologico Nazionale;

–     Brindisi di Montagna, il parco della Grancìa

–      Pietrapertosa, Castelmezzano e Campomaggiore;

–     Il Volo dell’Angelo;

–      Acerenza e la sua cattedrale;

–     Muro Lucano;

–     Il castello svevo di Lagopesole.

In provincia di Potenza è possibile scaricare gratis ADMIRE, una applicazione per iphone e ipad, che permette di personalizzare la visita sul territorio e avere suggerimenti per i siti culturali da visitare o in quali ristoranti gustare le tipicità locali.

scopri ADMIRE su www.myadmire.it

Per maggiori dettagli e per le tariffe agevolate scrivete a info@fonderieculturali.org

Admire: guida turistica personalizzata per la Basilicata

sabato, 17 luglio 2010

Schermata 2010-07-17 a 13.44.08

ADMIRE, la prima guida turistica personalizzata è ora disponibile su appStore Apple.

Nata all’interno del progetto di formazione “Cultura e Patrimonio nella multimedialità”, finanziato con D.D. 126 del 12/03/2009 da parte della Regione Basilicata,e ideata e sviluppata dal team ICT di Fonderie Culturali, ADMIRE è la prima guida turistica che mette al centro il turista e le sue esigenze.

Attraverso un’interfaccia intuitiva e l’uso di innovativi algoritmi di personalizzazione, ADMIRE guida i turisti nella creazione di percorsi di vista adatti alle proprie preferenze ed interessi, coinvolgendo e valorizzando tutti gli elementi culturali e turistici più o meno noti nel territorio. Un sistema, quindi che fornisce un percorso turistico in grado di combinare il tempo a disposizione, il luogo da raggiungere, gli interessi culturali e le possibili priorità.

Grazie all’accordo ed alla collaborazione della Qualisud s.r.l., ADMIRE è ora disponibile per un’area territoriale della Basilicata comprendente le città di Acerenza, Lagopesole, Pietrapertosa, Castelmezzano, Campomaggiore, Brindisi di Montagna e Muro Lucano, in attesa di estendere il servizio a tutta la regione. All’interno di ADMIRE saranno convogliati servizi turistici e commerciali personalizzati disponibili sia su dispositivi mobile che su piattaforma web dedicata. Sarà possibile ricevere notifiche automatiche su eventi, apertura e censitmento di nuovi siti culturali, curiosità ed offerte commerciali relative alle strutture ricettive affiliate al servizio. Inoltre, uno store on-line permetterà l’acquisto di merchandising culturale, di pubblicazioni storico-artistiche e la prenotazione ed acquisto dei biglietti di ingresso delle strutture cutlurali ed eventi a pagamento.

Il prossimo 22 Settembre 2010, lo staff ICT di Fonderie Culturali, sarà presente al TECHA 2010 per presentare il sistema a possibili partner dell’area Ricerca e Sviluppo e a chiunque avesse come obiettivo la promozione economica e turistica di un particolare distretto culturale.

maggiori dettagli : admire.basilicata.it

ENEA for IDEAS

mercoledì, 14 luglio 2010

image_preview

L’Unità BRUX sta promuovendo l’iniziativa ENEA FOR IDEAS, come da me illustrato negli incontri con le Unità Tecniche la settimana scorsa presso i vari Centri ENEA. Vi illustro brevemente l’iniziativa, il programma IDEAS e il ruolo di Host Institution di ENEA. Il draft dell’ERC Work Programme 2011 è disponibile presso i referenti. Il sito di riferimento è : http://ideas.enea.it e la mail: ideas@enea.it .

Vi ricordo che la prossima call sarà aperta il 20 luglio 2010 (per Starting Grants) e chiuderà, con varie deadlines a seconda della tematica (tra il 14 ottobre 2010 e il 24 novembre 2010). I dettagli li trovate nell’ERC Work Programme 2011.

L’Unione Europea ha l’obiettivo di rafforzare la ricerca scientifica di eccellenza per aumentare la competitività a livello di innovazione e sviluppo tecnologico sulla scena internazionale. Il potenziale di ricerca e le risorse europee non sono utilizzate al massimo e c’è bisogno di aumentare la capacità di generare conoscenza ed inserirla nella crescita sociale ed economica. L’Europa deve diventare un grande centro propulsivo di innovazione ed eccellenza nella scienza e nella tecnologia. Per raggiungere tali obiettivi, la Commissione Europea ha istituito l’ERC – European Research Council, che, fra le altre attività, ha il ruolo di stimolare le nuove frontiere della ricerca finanziandole con il programma IDEAS , che trovate brevemente descritto nelle slides allegate. È importante sottolineare che la valutazione è effettuata soltanto sulla base dell’eccellenza scientifica. I ricercatori che intendono sottomettere le loro proposte devono essere ospitati (e, nel caso non siano dipendenti, devono essere assunti per la durata del progetto) da un centro di ricerca, pubblico o privato, situato in Europa. Il finanziamento copre il 100% dei costi diretti e il 20% dei costi diretti è riconosciuto come copertura dei costi indiretti. Il progetto può durare fino a 5 anni.

La finalità di IDEAS è quella di riconoscere le migliori idee progettuali, trattenere e conferire status e visibilità ai migliori ricercatori europei e attrarre talenti da Paesi terzi rispetto all’Europa.

L’ENEA si offre come Host Institution, in linea con gli obiettivi dell’ERC e della Commissione Europea, cercando di stimolare la partecipazione al programma IDEAS, sia dei propri ricercatori o di altri ricercatori nazionali o europei sia di ricercatori provenienti da Paesi terzi. In quest’ultimo caso le Unità Tecniche ENEA potranno stabilire una cooperazione internazionale anche per il futuro, affiancare giovani ricercatori ENEA per la formazione ed acquistare strumentazioni e attrezzature che resteranno all’Agenzia.

Molte idee si stanno già definendo; l’unità BRUX fornisce supporto a chi intende applicare e si occupa del coordinamento di tutte le iniziative e dei rapporti con l’ERC. Per qualsiasi informazione o approfondimento, non esitate a contattarmi o a mettermi in contatto con i ricercatori interessati.

per info: bordoni@casaccia.enea.it

Feriae Volceiane

mercoledì, 14 luglio 2010

La cultura quale volano dello sviluppo di un territorio è il leit-motiv delle manifestazioni poste in essere dall’amministrazione comunale di Buccino attraverso le “Feriae Volceianae”.
Queste mettono insieme una serie di EVENTI di “VALORIZZAZIONE e PROMOZIONE del Parco Archeologico Urbano e del Museo Archeologico Nazionale dell’Antica Volcei.
Il Comune di Buccino, con l’ausilio della Regione Campania, dell’Ente Provinciale per il Turismo di Salerno e con la collaborazione della Pro Loco, della Soprintendenza Archeologica di SA-AV-BN-CE e dell’Istituto Italiano per gli Studi Filosofici di Napoli, investe nella cultura legata alla fruizione turistica cercando di creare un contesto che per numero e qualità delle iniziative sia capace di stimolare e sostenere il processo di sviluppo che faticosamente si cerca di innescare intorno ai beni culturali. .

Le “pietre” sono quindi musica, danza, teatro, cinema, letteratura e poesia della nostra storia passata del nostro presente e del nostro futuro.
Il Parco Archeologico non come semplice spazio fisico ma come incubatore di eventi che ne risaltino il suo valore storico e culturale per il passato, ma anche e soprattutto per il presente ed il futuro, sottolineando le radici culturali della comunità volceiana, dal periodo storico lucano ai giorni nostri, da sempre crocevia di culture e di linguaggi universali che solo le diverse arti sono in grado di realizzare.
Tale formula è stata capace di accontentare e soddisfare i più esigenti palati culturali in visita al Parco Archeologico, offrendo un ventaglio di opportunità ogni volta sempre differenti ma capaci di mirare ad un unico obiettivo: promuovere turisticamente l’Antica Volcei quale meta di un turismo sensibile verso i suoi ospiti che cerca di realizzare anche attraverso gli eventi di cui al presente programma quella comunità del “buon vivere” asse portante di una nuova, possibile e sostenibile economia.

Info:

http://www.comunebuccino.it
http://www.volcei.net

Bando Nidi: Admire al primo posto

mercoledì, 14 aprile 2010

admire_logoADMIRE – Sistema di Turismo Culturale Personalizzato – realizzato per  l’area territoriale della Basilicata comprendente le città di Acerenza, Lagopesole, Pietrapertosa, Castelmezzano, Campomaggiore e Brindisi di Montagna, si posiziona al primo posto all’interno del Bando denominato N.I.D.I. (Nuove Idee D’impresa Innovative), ideato dalla Camera di Commercio di Potenza nell’ambito dell’Accordo Innovazione che coinvolge Università, Provincia di Potenza e diverse Associazioni di categoria allo scopo di sostenere ricerca e innovazione tecnologica.

I gruppi di giovani che hanno presentato proposte ad elevato contenuto di conoscenza, esaminate dal Comitato Tecnico Scientifico – composto dai partner dell’Accordo Innovazione – che ha selezionato le 10 più meritevoli di attenzione. Ora i proponenti affronteranno un percorso formativo allo scopo di produrre un vero e proprio piano di impresa, sulla base del quale saranno premiati 5 gruppi ai quali la Camera di Commercio finanzierà l’acquisizione di servizi e consulenze per perfezionare il progetto, attraverso la concessione di voucher di 10.000 euro ciascuno, con possibilità di un ulteriore incremento di 2.000 euro per coloro che avvieranno concretamente l’azienda.logo

All’interno del progetto di formazione “Cultura e Patrimonio nella multimedialità”, finanziato con D.D. 126 del 12/03/2009 da parte della Regione Basilicata, ADMIRE, ideato e svillupato dal team ICT di Fonderie Culturali, ha rappresentato il project work che i corsisti hanno contribuito alla realizzazione attraverso un’analisi dettagliata dei patrimoni materiali ed immateriali che interessano l’aera territoriale individuata.

Attraverso il Bando NIDI, il gruppo di lavoro potrà sviluppare un business plan per la realizzazione di una strat-up per la gestione della parte commerciale ed informativa di ADMIRE per la regione Basilicata.

lezione di lentezza

domenica, 14 marzo 2010

logo slowlunedì 15 marzo Fonderie Culturali vi invita a vivere con lentezza: ovunque siate per partecipare alla Giornata mondiale della Lentezza, promossa dall’associazione “Arte del vivere con lentezza”, basta scegliere un momento della giornata per celebrare la lentezza: si può spegnere qualche ora il cellulare o magari gustarsi la colazione. A Shanghai (sede dell’expo 2010) camminare lentamente sarà obbligatorio, pena una multa (anche se simbolica).

A Milano invece ci sarà una maratona-performance: Piazza San Babila – Piazza Duomo /700 metri) in un’ora e mezza, senza fermarsi. E per chi vuole approfittare dell’occasione per modificare le cattive abitudini basta seguire i 14 comandamenti dell’associazione. (http://www.vivereconlentezza.it/node/124)

fonte: www.esterni.org

Terra Madre Day

giovedì, 3 dicembre 2009

il 10 dicembre 2009 in tutto il mondo si terrà la prima edizione del Terra Madre Day.

Una giornata di festa per tutti gli aderenti alla rete di Terra Madre e a Slow Food – soci, produttori dei presìdi, comunità del cibo, cuochi, accademici, giovani e musicisti.

L’occasione sono i 20 anni della nascita di Slow Food Internazionale avvenuta nel 1989 a Parigi.

I festeggiamenti puntano l’attenzione sull’importanza del “mangiare locale” e sul diritto di tutte le comunità a rivendicare l’accesso al cibo di qualità, sulla necessità di salvaguardare la biodiversità agricola e alimentare, campo in cui Slow Food lavora da anni con i suoi progetti, e di promuovere la produzione alimentare di piccola scala, basata sulle comunità locali, che conserva saperi e tradizioni capaci di indirizzarci verso un futuro migliore.
terra_day
La Condotta del Cilento organizza una serata speciale a San Mauro Cilento presso il ristorante Al Frantoio della Cooperativa Nuovo Cilento, aperta, oltre che ai soci, a contadini, produttori, comunità del cibo, cuochi, provenienti dalle più diverse aree del Cilento (vedi il programma).

Nella stessa serata lanceremo una speciale campagna di tesseramento rivolta ai giovani fino a 25 anni.
Per loro, nella quota di partecipazione alla serata sarà compresa l’iscrizione annuale a Slow Food.

Per vedere gli eventi del Terra Madre Day in programma in Campania, collegati a:
http://www.slowfoodcampania.com/3-agenda/eventi_2009/84_10_Dicembre/slow.pdf


Giornate europee del patrimonio con Fonderie Culturali

mercoledì, 23 settembre 2009
9020_161061070165_40378860165_4091957_7400019_nSabato 26 e domenica 27 settembre 2009 si celebrano le GEP, Giornate Europee del Patrimonio, ideate nel 1991 dal Consiglio d’Europa per potenziare e favorire il dialogo e lo scambio in ambito culturale tra i Paesi europei.

L’evento quest’anno è contraddistinto dallo slogan “Italia tesoro d’Europa”. Il MiBAC organizza sull’intero territorio nazionale iniziative tese a valorizzare e mettere in evidenza i contenuti della cultura e del Patrimonio italiano, con l’obiettivo di condividere con altri Paesi europei le comuni radici continentali.

Per l’occasione saranno aperti al pubblico gratuitamente i luoghi della cultura che comprendono il patrimonio archeologico, artistico e storico, architettonico, archivistico e librario, cinematografico, teatrale e musicale.

Partecipa all’iniziativa anche Fonderie Culturali che ti porta alla scoperta della provincia di Salerno “Land For Culture”.

Domenica 27 settembre 2009 attiviamo un servizio di car sharing per portarTi in un itinerario tra arte cultura e tradizione.

Due i percorsi: Teggiano e Buccino (antica Volcei) e in caso di pioggia Museo Archeologico di Pontecagnano (SA) e il Museo Narrante di Hera Argiva a Paestum. I nostri archeologi, storici dell’arte e museologi ti guideranno alla scoperta delle bellezze della Nostra terra.

Partecipa… che aspetti?!?

per partecipare scrivi a info@fonderieculturali.org
o chiama al cell. 347 7781485

Un’avventura tra i tesori carsici del Cilento e Vallo di Diano

venerdì, 4 settembre 2009

castelcivita-3Il Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano, patrimonio dell’umanità, custodisce tesori naturalistici di straordinaria bellezza.

Santa Maria di Castellabate, famosa per il suo mare incontaminato ed il caratteristico borgo marinaro, ed Agropoli, con il suo Castello ed il centro storico a picco sul mare. Il viaggio prosegue verso l’interno, alle pendici degli Alburni dove, su di uno sperone naturale,  sorge Castelcivita.

Qui la visita alle famose grotte diventa un momento di grande suggestione. grotta pertosaUn complesso di cavità carsiche dove si assiste ad un susseguirsi di gallerie, saloni , strettoie e pozzi che si rincorrono e sovrappongono in un arcobaleno di colori, dando vita a particolari unici nel loro genere.

Le grotte rappresentano l’immagine viva di uno spettacolo sublime che non può essere descritto, e la cui bellezza può essere verificata solo visitandole.

Proseguendo poi per Pertosa, la visita alle sue grotte diventa un’esperienza unica, di grande emozione e di straordinario stupore che ha inizio su una piccola barca. Le Grotte di Pertosa, le più importanti dell’Italia meridionale, sono incuneate per circa 300 metri sotto gli Alburni e si snodano in una affascinante serie di cunicoli, strettoie, gallerie e grandi sale. Durante la visita si potranno percepire in modo completamente diverso i concetti di spazio e di tempo: il tempo sembrerà scorrere più lento e lo spazio stringersi nella sua immensità.

Santa Maria di Castellabate – Agropoli –  Castelcivita – Marina di Camerota – Palinuro – Sanza – Pertosa

maggiori info: campania arte card

Praiano: tra mare, natura ed arte contemporanea

lunedì, 10 agosto 2009

sentiero_deiLa Costiera amalfitana ha sempre esercitato un forte fascino sui suoi visitatori.

I rilievi, i paesaggi pittoreschi, la cucina basata sulla freschezza dei prodotti locali, fanno oggi dei questa terra una delle mete turistiche più esclusive e conosciute al mondo.

Ma c’è un aspetto della Costiera che poche persone conoscono, fatta di cose semplici ma nello stesso tempo strabilianti: sentieri di montagna ancora in ottimo stato, che attraversano una natura incontaminata, composta principalmente da macchia mediterranea e zone più selvagge con grotte e profonde insenature di origine calcarea.

Il più illustre di questi sentieri è denominato il “Sentiero degli dei” proprio per la sua fantastica posizione posta a metà tra cielo e mare; si estende mediamente attorno ai 500 mt. sul livello del mare ed offre una vista impareggiabile che da Praiano e Positano, spazia fino all’isola di Capri ed al Cilento. Questo itinerario alla scoperta di profumi e colori decisamente mediterranei, affacciato su di un mare meravigliosamente azzurro è un ritorno all’ancestrale bisogno dell’uomo di perdersi negli spazi infiniti della natura in una terra che ha saputo coniugare la valorizzazione delle proprie radici culturali alle nuove forme di arte contemporanea.

E proprio a Praiano, a Villa Letizia, ha la sua sede italiana la Fondazione LeWitt, dedicata all’artista che ha capovolto la definizione e le regole convenzionali della prassi artistica e della sua produzione materiale attraverso l’abolizione delle nozioni di unicità, di irripetibilità, di abilità individuale nell’esecuzione manuale e in favore di un primato assoluto dell’Idea. Il progetto “Praiart” intende promuovere la creatività contemporanea fondazione_Lewittattraverso un archivio dedicato all’opera e alla figura dell’artista Sol LeWitt e l’esposizione delle produzioni di artisti internazionali.

Cultura Mediterranea ed Arte Contemporanea sono l’incantevole connubio che rendono il sito Unesco Costa d’Amalfi un luogo capace di regalare al turista culturale emozioni uniche ed indimenticabili.

Maggiori info:

www.comune.praiano.sa.it –  www.sulsentierodeglidei.it