piano di gestione del sito UNESCO Costa di Amalfi

10/05/2009

Fonderie Culturali partecipa al Piano di Gestione Costa d'Amalfi

piano di gestione del sito UNESCO Costa di Amalfi Partendo dall'analisi del patrimonio immateriale del sito, il progetto mira a delineare i futuri scenari, le possibili evoluzioni e indicazioni di gestione dell'intero territorio.

Il contributo di Fonderie Culturali è, nello specifico, orientato allo studio degli aspetti della Dieta Mediterranea che caratterizzano il sito UNESCO. In coordinamento con il Centro Universitario Europeo per i Beni Culturali, l'Associazione sta esaminando infatti le numerose tipicità agroalimentari che si sono sviluppate nel corso del tempo, anche grazie alle varie contaminazioni culturali che il territorio ha vissuto.

Tipicità che rappresentano una ricchezza non solo da censire, ma soprattutto da preservare, perché ad esse sono legate le azioni di gestione e rivalorizzazione che l'intera Costa d'Amalfi ha avviato per operare uno sviluppo economico sostenibile e duraturo.

A testimoniare il valore socio-culturale dell'iniziativa che si concluderà il prossimo settembre, la presenza di numerosi partner istituzionali e culturali quali la Soprintendenza BAP delle Province di Salerno ed Avellino, la Comunità Montana dei Monti Lattari, il Centro Universitario Europeo per i Beni Culturali, l'Università di Napoli "Federico II", la Seconda Università degli Studi di Napoli, l'Università degli Studi Roma Tre, il CNR – IRAT e CNR – IAMC, e l'ICOMOS (International Council on Monuments and Sites).