Archivio di settembre 2013

Al Museo Archeologico Provinciale di Salerno ingresso gratuito per la festa del Patrimonio Culturale

giovedì, 26 settembre 2013

 

gep

Sabato 28 settembre apertura fino a mezzanotte con inedite visite guidate in collaborazione con il Museo Papi, teatro e musica napoletana

Il Museo Archeologico Provinciale di Salerno celebra le GEP – Giornate Europee del Patrimonio con un’intera giornata di eventi e per l’occasione sabato 28 settembre apre gratuitamente le sue porte al pubblico fino a mezzanotte. L’obiettivo è quello di sensibilizzare i cittadini ma anche i turisti presenti in città sulla necessità di conoscere, condividere e salvaguardare il patrimonio culturale di Salerno. L’Associazione Fonderie Culturali, che dallo scorso luglio è impegnata nel progetto pilota di promozione del Museo in collaborazione con la Provincia di Salerno, proporrà inedite visite guidate, laboratori teatrali, aperitivi con prodotti tipici e persino un concerto di musica napoletana. Per i cittadini l’invito è quello di riappropriarsi della loro identità locale e di ammirare l’immenso patrimonio di bellezze storico-artistiche di cui sono eredi. Per tutti, sabato 28 settembre sarà un’opportunità da non mancare per condividere il bello dell’arte, superando le reciproche differenze di cultura e di lingua.
La speciale giornata si aprirà con i percorsi di visite guidate realizzate in collaborazione con la cooperativa Galahad, curatore del Museo Roberto Papi con il patrocinio della Fondazione Scuola Medica Salernitana. Le visite, della durata di 2 ore, partiranno dalla centralissima Pizza Portanova passando per il Museo Archeologico Provinciale di Salerno fino ad arrivare al Museo Roberto Papi, percorrendo le stradine del centro storico. Un’esperienza unica che grazie alla versatilità delle guide turistiche, che per l’occasione vestiranno in abiti d’epoca, consentirà ai visitatori di conoscere in maniera insolita la storia di Salerno. Attraverso il coinvolgente tour cronologico e topografico, arricchito di postazioni multimediali e videoproiezioni, i partecipanti potranno ammirare i reperti del Museo Archeologico: una ricca selezione di vasi, gioielli, strumenti da lavoro, ritrovati nelle numerose campagne di scavo effettuate nel vasto territorio provinciale, preziosi reperti dell’area etrusco-sannita di Fratte, oltre alla Testa in bronzo di età romana di Apollo, simbolo del Museo. Il tour prosegue poi alla scoperta del Museo Roberto Papi, dove si potranno vedere da vicino numerose attrezzature medico-chirurgiche e strumenti storici alcuni dei quali rarissimi e riferibili a tutte le branche della medicina. In esposizione anche teche integre di strumenti per interventi chirurgici e ricostruzioni di ambienti originali che rappresentano scene di vita medica ed esaltano il valore dell’antica Scuola Medica Salernitana. Racconti intriganti e sorprendenti indurranno poi i visitatori a dialogare con i diversi reperti fino ad elaborare in modo personale l’insolita visita ai due poli museali di Salerno.
A partire dalle ore 19.00, sarà invece possibile prendere parte ad una lezione di prova teatrale: “Progetto teatrale Medea” a cura dell’attore Antonello De Rosa. Un momento di evasione, in cui ci si potrà divertire ad essere attori per un giorno liberando la propria “energia creativa”. Si potranno scoprire le basi dell’arte del Teatro come la musicalità e il ritmo del movimento, la giusta “mimica” e la corretta “gestualità”.
Non mancherà una pausa golosa, durante la quale saranno offerti alcuni prodotti tipici del Cilento e drink al chiaro di luna nell’attesa del concerto “Na voce e na chitarr” che concluderà la ricca giornata di cultura. A partire dalle ore 21.00, infatti, le sei corde del Maestro De Falco Francesco, la voce calda e grintosa di Melania Cobucci e la sezione ritmica a cura di Gabriele Borghese, daranno vita ad un concerto che mira ad emozionare e stupire l’ascoltatore, per la curiosa semplicità degli arrangiamenti ed il contrasto con i brani presentati.
Inoltre, in occasione dell’evento, Italo|NTV mette a disposizione voucher di sconto del valore di 10 euro per viaggi in treno da e verso Salerno da tutta Italia, dal 27 al 29 settembre 2013. Il voucher dovrà essere prenotato via mail all’indirizzo info@museoarcheologicosalerno.it.

Dove – Museo Archeologico Provinciale di Salerno, Via San Benedetto 28, 84122 Salerno
Quando – sabato 28 settembre dalle ore 9.00 alle 24.00
Modalità di ingresso – biglietto gratuito per ingresso al Museo Archeologico Provinciale di Salerno.
Modalità di partecipazione alle attività – biglietto gratuito per la lezione di laboratorio teatrale su prenotazione; biglietto gratuito per aperitivo e concerto di musica napoletana; biglietto di 5 euro per visita guidata + ingresso Museo Papi, orario 10.30 e 17.30, numero minimo di partecipanti 15 persone.
Prenotazioni e info: www.museoarcheologicosalerno.it –  info@museoarcheologicosalerno.it -Tel. 089/231135 dal martedì al venerdì dalle ore 9.30 alle ore 19.00

Compleanno al Museo Archeologico di Salerno

mercoledì, 18 settembre 2013

compleanno

Giochi e laboratori didattici per la festa dei piccoli visitatori 

Un compleanno diverso dal solito? Per i bambini ed i ragazzi dai 3 ai 12 anni si aprono le porte del Museo Archeologico Provinciale di Salerno! L’Associazione Fonderie Culturali, in collaborazione con la Provincia di Salerno, offre un modo originale ed alternativo per spegnere le candeline. La proposta prevede una divertente visita guidata al Museo, la realizzazione di laboratori ludico-didattici ed ovviamente lo spazio per offrire bevande, torte e pasticcini.
Un museo che diventa così luogo di aggregazione culturale anche per i più piccoli, che hanno la possibilità di imparare giocando. Dal racconto della storia dei reperti presenti nelle sale del Museo alla caccia al tesoro, dai disegni da colorare alla realizzazione di piccoli manufatti di argilla o collane di pietra, saranno tanti i laboratori  tra cui scegliere a seconda dell’età del festeggiato.
L’avventura inizia per tutti con una breve visita guidata, dove ci si potrà sbizzarrire con le domande più strane. E dopo che la curiosità è stata saziata si passa alla fase di laboratorio, durante il quale i bambini si caleranno nei panni di veri archeologi e muniti di pennelli, colori e secchielli potranno rielaborare i contenuti della storia appena scoperta attraverso il disegno o le creazioni in argilla. Al termine delle attività i manufatti realizzati dai bambini possono essere portati a casa. Attività particolarmente dinamica, dedicata a quelli un po’più grandi è la caccia al tesoro. Divisi in squadre, i giovani esploratori andranno in cerca di indizi nelle sale del Museo Archeologico Provinciale di Salerno, alla scoperta delle meraviglie di migliaia di anni fa. Ed infine apertura dei regali e taglio della torta.

Compleanno al Museo:
Età del festeggiato: dai 3 ai 12 anni
Giorni: dal martedì alla domenica
Durata: 2 ore (scegliendo tra due fasce orarie: 10,00 – 12,00 / 17,00 – 19,00)
Note: è necessario prenotare con almeno 15 giorni di anticipo.
I responsabili delle attività ludico-didattiche sono presenti durante tutto lo svolgimento della festa. È però opportuno che almeno una parte dei genitori rimanga alla festa per la vigilanza sui bambini. Tutti gli adulti presenti potranno approfittarne per visitare gratuitamente il museo.

Notte al Museo Archeologico di Salerno: un successo oltre le aspettative

domenica, 1 settembre 2013

notte-al-museo

Oltre 500 visitatori, la cultura appassiona grandi e bambini 
È stato un successo superiore ad ogni previsione la Notte al Museo Archeologico Provinciale di Salerno. “La risposta della città, dei giovani e dei turisti è stata eccezionale, c’è fame di eventi come questi – ha dichiarato Giuseppe Ariano, il Presidente dell’Associazione Fonderie Culturali promotore dell’iniziativa – aggiungendo che il prossimo evento è già in programma per il 28 settembre prossimo in occasione delle Giornate Europee del Patrimonio 2013”. Un risultato più che positivo che dà anche un ulteriore slancio al progetto pilota di promozione culturale del Museo, che l’Associazione sta promuovendo da alcuni mesi in collaborazione con la Provincia di Salerno.
Il momento clou della serata è stato l’affascinante prima proiezione di Gehry’s Vertigo uno dei 5 film di “Living Architectures”: l’innovativa maratona cinematografica a cura di Amor Vacui/ Pretesti di Architettura. Il film, che ribalta l’immagine idealizzata di una delle icone della contemporaneità: il Guggenheim Museum di Bilbao firmato da Frank Gehry, ha creato un alto tasso di suspense tra i visitatori che con gli occhi incollati alla facciata del museo, dove scorrevano le immagini del film, si sono immedesimati nel ruolo degli scalatori addetti alla pulizia delle vetrate sospesi a 30 metri nel vuoto. Un’esperienza inedita che ha consentito di avvicinarsi alla grande architettura, senza idealizzazioni ma con la consapevolezza che l’arte ci circonda ogni giorno ed appartiene alla vita quotidiana.
La serata era iniziata nel tardo pomeriggio con la sezione didattica dedicata ai bambini. Nelle stanze del Museo sito in Via San Benedetto, nel centro storico di Salerno, i piccoli visitatori sono arrivati numerosi ed eccitati di partecipare al simpatico tour organizzato per loro. Mano nella mano hanno prima osservato ed ascoltato la spiegazione sui principali reperti, e poi si sono divertiti a riprodurli colorando i vari disegni preparati per l’occasione. In una sala gremita si è svolta con successo anche la visita guidata sull’architettura del Museo Archeologico Provinciale di Salerno, a cura dell’architetto Ruggiero Bignardi autore del recente restauro dello stesso Museo che ha riaperto lo scorso febbraio dopo 3 anni di lavori.
Molto apprezzate anche le visite guidate alle collezioni, che hanno consentito di scoprire meglio la storia culturale di Salerno. A grande richiesta le visite sono continuate anche oltre l’orario previsto, dando la possibilità di partecipare anche a chi non era riuscito a prenotarsi in tempo nei giorni scorsi.
Un museo per tutti, quindi, capace di coinvolgere il pubblico con linguaggi artistici nuovi e mai banali, dove l’arte racconta la storia di una città e contribuisce alla sua promozione turistica. Le iniziative dell’Associazione Fonderie Culturali continueranno ad animare il Museo Archeologico Provinciale di Salerno anche nei prossimi mesi. Tra gli eventi in programma: Aperitivi al Museo, Apertura straordinaria in occasione delle giornate europee del patrimonio, Didattica museale, Compleanno al museo per bambini e non solo, Visite guidate e persino un Corso di inglese per migliorare accoglienza dei turisti.

L’iniziativa Notte al Museo Archeologico Provinciale di Salerno è stata realizzata e promossa dall’Associazione Fonderie Culturali, in collaborazione con la Provincia di Salerno, Amor Vacui/ Pretesti di Architettura ed ha goduto del patrocino morale del Comune di Salerno e dell’Ordine Architetti PPC della Provincia di Salerno. Partner dell’evento: Ferrarelle S.p.A. e NTV S.p.A. 

Maggiori info www.museoarcheologicosalerno.it