Archivio di maggio 2016

Una Notte al Museo Archeologico di Salerno

mercoledì, 18 maggio 2016

Sabato 21 maggio apertura straordinaria fino a mezzanotte, ingresso ad un euro e visite guidate esperienziali per toccare e gustare il bello dell’arte
locandina-bis
Sabato sera 21 maggio, in occasione della Notte dei Musei, l’Archeologico Provinciale di Salerno resterà aperto fino a mezzanotte e sarà visitabile gratuitamente con visite guidate al costo simbolico di un euro. Un’occasione straordinaria per godere il patrimonio artistico della città al di fuori dei consueti orari e non solo. L’Associazione Fonderie Culturali offrirà infatti ai visitatori anche la possibilità di partecipare ad emozionanti percorsi sensoriali.
Un vero e proprio ritorno al passato attraverso tre tappe che coinvolgeranno i sensi, stimolati uno a uno, per testare nuovi e diversi modi di vedere il Museo. Si inizia alle ore 20.00 con l’evento “Vietato non toccare”: l’arte vista con il tatto e l’udito, in collaborazione con Fondazione Sinapsi. I visitatori saranno invitati a scoprire il Museo ad occhi bendati per sperimentare la conoscenza tattile nella sua forma più essenziale, mentre una voce narrante descriverà i singoli reperti, senza trascurare curiosità e aneddoti sul loro ritrovamento.
“L’evento – spiega Giuseppe Ariano, Presidente di Fonderie Culturali vuole promuovere la fruizione multisensoriale all’arte, un museo senza barriere, dove i non vedenti ma anche tutti gli altri possano apprezzare la bellezza delle opere esposte in modo diverso e coinvolgente”.
La serata continua con lo visita spettacolo La grande Bellezza”, un viaggio in musica e danza per ascoltare e scoprire i miti degli antichi. A partire dalle ore 21.15 Giovanni Ursino, Nunzia Spinelli e le protagoniste del Conservatorio Arteballetto di Pompei trasformeranno le sale del Museo di Via San Benedetto in un grande palcoscenico con un connubio incantevole tra “bello” da osservare e “bello” da ascoltare. Occasione da non perdere per ammirare, ancora per poche settimane, la testa bronzea di Apollo – simbolo del Museo – esposta così come il resto del mondo l’ha potuta omaggiare nell’ultimo anno al Palazzo Strozzi di Firenze, al J. Paul Getty Museum di Los Angeles e alla National Gallery of Art di Washington. Un regalo ai salernitani, che potranno così godere al meglio di tutta la potenza drammatica e la commozione estetica del volto di Apollo, prima del suo prossimo “viaggio”, questa volta con direzione Cina.
Infine, l’ultima parte della serata sarà dedicata al gusto con l’evento “Profumo d’antico” in programma a partire dalle ore 22.30. Prima di salutare i visitatori gli archeologici di Fonderie Culturali, insieme a Federica Garofalo, condurranno in un ritorno al passato attraverso i profumi delle essenze antiche e il gusto di cibi dimenticati.
Dove: Museo Archeologico Provinciale di Salerno, Via San Benedetto 28, 84122 Salerno
Prenotazione obbligatoria (posti limitati): Tel. 089 231135 ; SMS/WhatsApp: 3277559783
email: info@museoarcheologicosalerno.it

Apollo “torna” al Museo Archeologico di Salerno

lunedì, 2 maggio 2016

Venerdì 6 maggio presentazione nuovo allestimento, aperitivo e dj set musicali per rendere omaggio al capolavoro artistico della città, che a giugno ripartirà per la Cina   

image

Salerno in festa per il ritorno di Apollo. Il “capolavoro” del Museo Archeologico Provinciale, in viaggio lo scorso anno per essere tra i protagonisti della mostra “Potere e pathos. Bronzi del mondo ellenistico” in giro per il mondo, riprende il suo posto nella sala sita al primo piano del Museo Archeologico Provinciale di Via San Benedetto e per l’intero mese di maggio diventa il protagonista assoluto di tanti eventi dedicati a grandi e bambini.
Un ritorno in grande stile che sarà celebrato, venerdì 6 maggio p.v. a partire dalle ore 17.00, con una Conferenza Stampa e l’apertura del Museo fino alle ore alle 21.30. Per l’occasione il pubblico potrà anche assistere al  nuovo allestimento temporaneo.
Per alcune settimane sarà, infatti, possibile ammirare la testa bronzea rinvenuta nelle acque del golfo salernitano nel 1930, esposta così come il resto del mondo l’ha potuta omaggiare al Palazzo Strozzi di Firenze, al J. Paul Getty Museum di Los Angeles e alla National Gallery of Art di Washington. Un regalo ai salernitani, che potranno così godere al meglio di tutta la potenza drammatica e la commozione estetica del volto di Apollo.
A descrivere il nuovo allestimento e a raccontare i successi del recente tour oltreoceano interverranno esperti culturali tra cui Tommasina Budetta – Vice Soprintendente Archeologica della Campania, Maria Antonietta Iannelli Ispettore Soprintendenza Archeologia Campania, Alfonso Andria – Consiglio di Amministrazione Parco Archeologico di Paestum, presenti anche rappresentanti istituzionali: Giuseppe Canfora – Presidente della Provincia di Salerno, Enzo Napoli – Sindaco di Salerno facente funzioni e Michele Angelo Lizio – Dirigente del Settore Patrimonio della Provincia.
Sarà annunciato anche il prossimo “viaggio” di Apollo, questa volta con direzione Estremo Oriente. L’opera simbolo del Museo Archeologico Provinciale partirà, infatti, nuovamente a giugno per prendere parte – fino a novembre 2017 – alla mostra “L’oro del Mediterraneo” in giro tra le principali istituzioni museali della Cina, quali:
Emperor Qinshihuang’s Mausoleum Site Museum, Xi’an
Liaoning Provincial Museum, Shenyang
Hebei Provincial Museum, Shijiazhuang
Hubei Provincial Museum, Wuhan
Henan Provincial Museum, Zhengzhou
Shandong ProvincialMusuem, Jinan

A conclusione dell’evento i visitatori potranno fermarsi ad ascoltare le Storytelling sul mito di Apollo a cura di Giovanni Ursino, gustando un aperitivo e ascoltando il live set di Denise Galdo.