Articoli marcati con tag ‘progettazione culturale’

TECHA 2010

mercoledì, 14 luglio 2010

Schermata 2010-07-14 a 16.28.29TECHA 2010: L’innovazione al servizio del Patrimonio

In occasione del Forum Internazionale TECHA2010 L’innovazione al servizio del patrimonio del Med2Europe, cinema e Bridgeconomy (Enterprise Europe Network nodi) organizza un evento di brokeraggio ricerca incentrata sulle tecnologie applicate ai beni culturali.

CHE COSA è la TECHA 2010 FORUM INTERNAZIONALE

E ‘la seconda edizione del forum internazionale TECHA, organizzata dalla industrie culturali e patrimonio Cluster, in collaborazione con gli organizzatori italiani di TECHA 2008: CNR, Consiglio Nazionale delle Ricerche e l’ENEA, Agenzia Nazionale per le Nuove Tecnologie, l’Energia e lo Sviluppo Economico Sostenibile, e sostenuta da Med2Europe.

In conformità con l’edizione precedente, TECHA2010 vuole rappresentare una finestra affidabili sulle innovazioni più eccellenti e tecnologie applicate alla conservazione del patrimonio costruito e mobile e il restauro del patrimonio naturale interpretazione conservazione e della formazione.

Nel corso del Forum Internazionale delle aziende più inovative selezionati dal Comitato Scientifico avrà l’opportunità di esporre i loro prodotti di innovazione in una mostra permanente. Questo evento europeo mira a raccogliere 250 partecipanti alle conferenze e 80 partecipanti per gli incontri B2B di là di mediazione, così come quelli del bacino del Mediterraneo, come Italia, Spagna e Grecia.

CHE COSA è la TECHA 2010 Brokerage Event

L’evento di brokeraggio permetterà ad esperti provenienti dai paesi europei di incontrarsi, di scambiare esperienze, know-how ed esigenze, e per avviare partnership tecnologica e commerciale.

Lo scopo è di favorire gli incontri e progetti di collaborazioni tra gruppi di ricerca europei e centro di eccellenza che svolgono la ricerca in questi settori e aziende interessate ad applicare tecnologie di punta.

QUANDO: Mercoledì 22 Settembre

Chi è interessato?

Aziende, ricercatori, docenti universitari e rappresentanti delle istituzioni che operano nella conservazione e salvaguardia del patrimonio culturale e naturale.

PERCHE ‘?

I partecipanti avranno l’opportunità di avere visione d’insieme e l’accesso a soluzioni di alta tecnologia e servizi specifici entrambi presenti al convegno e il workshop (20-21 Settembre) e la programmazione incontri di lavoro con gli sviluppatori di nuove tecnologie.
FAVORE
>> Ottima visuale del mercato e le soluzioni ei servizi specifici di espositori
>> Bisogni individuali e questioni particolari sono reso noto prima dell’evento
> Imprese> Diversi sono raggiungibili con una sola indagine
>> Programmazione concreta di incontri d’affari
>> Efficiente gestione del tempo
>> Le discussioni solo con i decisori chiave
> Organizzatori> prendersi cura di corrispondenza e di nomina di pianificazione
>> Atmosfera piacevole per le discussioni in una zona speciale di matchmaking

SCADENZE

La registrazione e la presentazione dei profili: 06/08/10

incontri richiedente: 03/09/10 settembre

PER ULTERIORI INFORMAZIONI

enea.bridgeconomies@enea.it

Feriae Volceiane

mercoledì, 14 luglio 2010

La cultura quale volano dello sviluppo di un territorio è il leit-motiv delle manifestazioni poste in essere dall’amministrazione comunale di Buccino attraverso le “Feriae Volceianae”.
Queste mettono insieme una serie di EVENTI di “VALORIZZAZIONE e PROMOZIONE del Parco Archeologico Urbano e del Museo Archeologico Nazionale dell’Antica Volcei.
Il Comune di Buccino, con l’ausilio della Regione Campania, dell’Ente Provinciale per il Turismo di Salerno e con la collaborazione della Pro Loco, della Soprintendenza Archeologica di SA-AV-BN-CE e dell’Istituto Italiano per gli Studi Filosofici di Napoli, investe nella cultura legata alla fruizione turistica cercando di creare un contesto che per numero e qualità delle iniziative sia capace di stimolare e sostenere il processo di sviluppo che faticosamente si cerca di innescare intorno ai beni culturali. .

Le “pietre” sono quindi musica, danza, teatro, cinema, letteratura e poesia della nostra storia passata del nostro presente e del nostro futuro.
Il Parco Archeologico non come semplice spazio fisico ma come incubatore di eventi che ne risaltino il suo valore storico e culturale per il passato, ma anche e soprattutto per il presente ed il futuro, sottolineando le radici culturali della comunità volceiana, dal periodo storico lucano ai giorni nostri, da sempre crocevia di culture e di linguaggi universali che solo le diverse arti sono in grado di realizzare.
Tale formula è stata capace di accontentare e soddisfare i più esigenti palati culturali in visita al Parco Archeologico, offrendo un ventaglio di opportunità ogni volta sempre differenti ma capaci di mirare ad un unico obiettivo: promuovere turisticamente l’Antica Volcei quale meta di un turismo sensibile verso i suoi ospiti che cerca di realizzare anche attraverso gli eventi di cui al presente programma quella comunità del “buon vivere” asse portante di una nuova, possibile e sostenibile economia.

Info:

http://www.comunebuccino.it
http://www.volcei.net

Bando Nidi: Admire al primo posto

mercoledì, 14 aprile 2010

admire_logoADMIRE – Sistema di Turismo Culturale Personalizzato – realizzato per  l’area territoriale della Basilicata comprendente le città di Acerenza, Lagopesole, Pietrapertosa, Castelmezzano, Campomaggiore e Brindisi di Montagna, si posiziona al primo posto all’interno del Bando denominato N.I.D.I. (Nuove Idee D’impresa Innovative), ideato dalla Camera di Commercio di Potenza nell’ambito dell’Accordo Innovazione che coinvolge Università, Provincia di Potenza e diverse Associazioni di categoria allo scopo di sostenere ricerca e innovazione tecnologica.

I gruppi di giovani che hanno presentato proposte ad elevato contenuto di conoscenza, esaminate dal Comitato Tecnico Scientifico – composto dai partner dell’Accordo Innovazione – che ha selezionato le 10 più meritevoli di attenzione. Ora i proponenti affronteranno un percorso formativo allo scopo di produrre un vero e proprio piano di impresa, sulla base del quale saranno premiati 5 gruppi ai quali la Camera di Commercio finanzierà l’acquisizione di servizi e consulenze per perfezionare il progetto, attraverso la concessione di voucher di 10.000 euro ciascuno, con possibilità di un ulteriore incremento di 2.000 euro per coloro che avvieranno concretamente l’azienda.logo

All’interno del progetto di formazione “Cultura e Patrimonio nella multimedialità”, finanziato con D.D. 126 del 12/03/2009 da parte della Regione Basilicata, ADMIRE, ideato e svillupato dal team ICT di Fonderie Culturali, ha rappresentato il project work che i corsisti hanno contribuito alla realizzazione attraverso un’analisi dettagliata dei patrimoni materiali ed immateriali che interessano l’aera territoriale individuata.

Attraverso il Bando NIDI, il gruppo di lavoro potrà sviluppare un business plan per la realizzazione di una strat-up per la gestione della parte commerciale ed informativa di ADMIRE per la regione Basilicata.

Culture locali, economie globali: quali prospettive

mercoledì, 14 aprile 2010

testata sito UNIVEUR

XII settimana della cultura a Ravello

Sabato 17 aprile una giornata di studio a Ravello su
“CULTURE LOCALI, ECONOMIE GLOBALI: QUALI PROSPETTIVE”

L’iniziativa prende lo spunto dalla studio che il Centro Universitario Europeo per i Beni Culturali sta svolgendo sull’archivio “Caruso” – di recente affidato dagli eredi di Pantaleone Caruso al Centro – un’importante documentazione relativa a questa famiglia ravellese impegnata nell’attività ricettiva alla fine del XIX secolo e nella produzione e commercializzazione del vino locale.

A partire dalle prime risultanze dello studio si vuole aprire un più ampio dibattito sull’identità culturale come premessa dello sviluppo e sul restauro del territorio come supporto allo sviluppo locale sostenibile.

La Giornata di studio si svilupperà in due sessioni. Quella mattutina vedrà, tra l’altro, la partecipazione degli alunni dell’Istituto Comprensivo di Ravello, a cui è stata affidata l’elaborazione di una ricerca sull’economia ravellese degli inizi del XX secolo.

In quella pomeridiana verranno discusse le problematiche di un territorio, il cui pregio e la forte attrattività turistica derivano dal sapiente sfruttamento agricolo operato nel passato, ma che, allo stesso tempo, a causa dell’abbandono delle attività agricole a favore di quelle legate al turismo, paradossalmente oggi vede minacciato, a causa del degrado, quel paesaggio tanto decantato in tutto il mondo.

Per l’occasione sarà inaugurata la mostra fotografica “Ravello tra natura e cultura”, a cura dell’Associazione Ravello Nostra.

Scarica il programma completo dell’iniziativa

La gestione della contabilità delle associazioni no profit

mercoledì, 7 aprile 2010

workshop_gibelliL’Associazione Fonderie Culturali promuove, nell’ambito del percorso Progettare per la Cultura, il workshop “La gestione della contabilità di un’associazione”.

Sabato 8 Maggio 2010, ore 14.00

Mediateca Comunale “Peppino Impastato” – Sala Astrolabio –  Via Convento, Baronissi (SA)

Relatore: Sergio Gibelli, commercialista esperto del settore no profit

Destinatari: responsabili associazioni no profit, commercialisti, contabili, consulenti

Quota di iscrizione € 25,00 (da versare online con carta di credito o prepagate o contestualmente al workshop)

Per i soci di Fonderie Culturali la quota è pari a € 5,00 (da versare contestualmente al workshop)

Per info: Antonietta Landi, tel. 347 2337224

scarica il documento informativo

INSERISCI IN QUESTA PAGINA LE DOMANDA DA RIVOLGERE ALL’ESPERTO


Ravello ed il suo nuovo auditorium

giovedì, 21 gennaio 2010

«Faremo di Ravello la Salisburgo del Mediterraneo». È l’auspicio del presidente della Regione Campania Antonio Bassolino che ha presentato il programma di eventi per l’inaugurazione dell’auditorium Oscar Niemeyer di Ravello (Salerno), dal 29 al 31 gennaio.

«Ravello è un esperimento unico nel suo genere ed esemplare per tutta la Campania – ha continuato Bassolino -. È il frutto dell’azione sinergica delle istituzioni territoriali e locali. Il nostro obiettivo è stato ed è quello di incidere sul profilo socio-economico regionale mettendo a sistema e gestendo sinergicamente i beni di interesse artistico e archeologico, attraverso eventi spalmati su tutti i mesi dell’anno, in modo da destagionalizzare il turismo.

L’orchestra e il coro del teatro San Carlo di Napoli che il 30 gennaio eseguiranno la nona sinfonia in re minore op.125 di Beethoven diretta da David Afkham, una performance del sassofonista Nicola Alesini e un concerto di Lucio Dalla e, il giorno dopo, il violino su musiche di Antonio Vivaldi di Salvatore Accardo, saranno alcuni dei momenti dell’inaugurazione dell’auditorium per una tre giorni, dal 29 al 31 gennaio prossimi, ricca di avvenimenti.

Fonderie Culturali alla settimana internazionale della grafica

domenica, 13 settembre 2009

blurConferenze, tavole rotonde, conversazioni, passeggiate e molto altro ancora saranno l’anima pulsante dell’evento Design Per inserito all’interno della Settimana Internazionale della Grafica che si terrà a Napoli dal 6 al 11 Ottobre 2009. Partendo dai quattro temi portanti più di 50 ospiti si confronteranno per mantenere viva e reattiva la riflessione critica e il confronto sulla pratica del progetto. Sette mostre: From the eye to the heart, Campania Blur Design, Munari, Un Libro al mese, Italic 2.0, Multiverso, Tipico/Atipico, Good 50×70. Passeggiate tipografiche, Open Studios, Proiezioni.

I progetti trasversali della produzione sarà il tema di Campania Blur Design. Agenzie, studi imprese, autori, scuole. La mostra a cura di Pino Grimaldi con la collaborazione di Matilde Lepore, indaga come i confini fra le diverse componenti del design risultano sempre meno netti. Il design è ormai una disciplina trasversale, anzi, è un insieme intricato di competenze che non può più chiamarsi design, se non mediante l’affiancamento di un’aggettivazione che ne perimetra in qualche modo l’ambito e ne definisce il territorio circoscrivendolo, almeno per denominarlo. Tutto diventa indistinto e si fonde nell’ingegneria tecnologica dell’interazione cognitiva della fruizione. Ogni declinazione del design è blur.

Alla mostra Campania Blur Design, Dario Volpe consulente grafico per Fonderie Culturali, presenterà una serie di pannelli illustrativi sulla comunicazione e design che hanno contraddistinto le iniziative di questo primo anno di attività di Fonderie Culturali. Inseriti all’interno della mostra, i suoi lavori condurranno lo spettatore in un percorso euristico di rara creatività e di straordinaria ricchezza in grado di innescare riflessioni e riconsiderazioni sul ruolo del progetto di comunicazione, sempre più presente e legittimato all’interno delle strategie comunicative di Fonderie Culturali al fine di rendere il messaggio comunicativo attrattivo e diretto.

Campania Blur Design – Accademia di belle arti (Napoli) – inaugurazione 6 ottobre 2009 ore 16,00

Maggiori info: Design Per

ArtLab 2009

lunedì, 3 agosto 2009

artlab2009

Nelle passate edizioni, ArtLab si è qualificata come luogo di incontro tra operatori culturali interessati ad un confronto senza reticenze sul ruolo che l’arte, la cultura e quindi le politiche culturali hanno nella società italiana odierna. L’edizione 2009 allarga il confronto al mondo economico, politico, sociale proponendo come di consueto una riflessione da diversi punti di vista.
Nella plenaria di venerdì 18 settembre è affidato ad Alessandro Baricco e ad altri artisti ed operatori il compito di individuare i nodi problematici e formulare alcune idee e proposte per un profondo rinnovamento delle politiche culturali, del management delle organizzazioni artistiche e culturali e per un rilancio dell’imprenditoria culturale. Alle riflessioni proposte sono invitati a reagire, in tre panel successivi, esponenti del mondo politico, finanziario, dell’imprenditoria privata e del terzo settore, all’insegna dell’ascolto e dell’individuazione di terreni e modalità comuni di successiva elaborazione.

I seminari del sabato sono dedicati all’esplorazione di casi di buone pratiche e di programmi innovativi nelle terrae incognitae della produzione e della gestione culturale, nell’ambito di 6 seminari paralleli che ospiteranno interviste collettive ad artisti ed operatori non esclusivamente attivi in ambito culturale.

Salerno, che si candida città per la Cultura non può mancare a questo appuntamento e rimarcare la necessità improrogabile di un confronto radicale tra portatori di interessi e di visioni nuove e articolate. La chiave per lo sviluppo sociale, culturale ed economico del nostro territorio risiede nell’esplorazione di buone prassi per il management culturale e soprattutto nell’acquisizione di nuove metodologie per l’interlocuzione ed integrazione tradizionali attori istituzionali delle politiche culturali, dalle Fondazioni di origine bancaria ai centri culturali indipendenti, da imprese a enti pubblici territoriali.
Fonderie Culturali parteciperà ad ArtLab 2009 per raccogliere idee, conoscenze e stimoli utili a contribuire alla crescita di Salerno Land for Culture.
Per chiunque volesse partecipare all’evento, maggiori info su:  ArtLab 2009